Thelma (2017)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
Il mio Godard (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

KARLOVY VARY 2014 East of the West

email print share on facebook share on twitter share on google+

Monument to Michael Jackson: una commovente tragicommedia per il grande pubblico

di 

- Classico nella forma, il secondo film di Darko Lungulov propone un cast forte e una narrazione dinamica

Monument to Michael Jackson: una commovente tragicommedia per il grande pubblico

Il regista e scrittore serbo Darko Lungulov torna a Karlovy Vary, dove il suo debutto Here and There [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
era stato proiettato, nel 2009, all’interno del Variety Critics' Choice dopo la vittoria del Premio Best New York Narrative a Tribeca. Il suo nuovo film, Monument to Michael Jackson [+leggi anche:
trailer
intervista: Darko Lungulov
scheda film
]
, utilizza ad arte una tecnica narrativa simile in una storia commovente di un eroe normale che non molla i suoi sogni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Marko (Boris Milivojević, sul grande schermo dopo cinque anni di assenza) è un barbiere tra i 30 e i 40 anni di una cittadina serba. All’inizio del film sta guardando un monumento di era comunista che viene rimosso da una piazza. La cittadina sta morendo, i giovani sono quasi tutti emigrati a Belgrado per cercare lavoro e Marko vuole restituire vita al posto, non solo per romantico altruismo, ma per mostrare a Ljubinka (Nataša Tapušković), moglie che lo ha lasciato e chiesto il divorzio, di essere capace di offrirle un futuro migliore.

Dopo aver sentito la notizia del nuovo tour di Michael Jackson, Marko ha l’idea di costruire un monumento dedicato al Re del Pop e fare della città una destinazione turistica apprezzata. Si unisce così a Dušan (Dragan Bjelogrlić, Pretty Village Pretty Flame), ex pilota dell’aviazione che gestisce un piccolo aeroporto militare che le autorità vogliono trasformare in un’area edificabile, un nomade che raccoglie immondizia (Toni Mihajlovski, Punk's Not Dead) che dovrà realizzare il monumento in bronzo, e il prete locale (Ljubomir Bandović) che ha un figlia disabile grande fan di Michael Jackson.

Il sindaco, Dragan (Branislav Trifunović, l’anno scorso a Karlovy Vary con Withering [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), ha dei loschi piani che verrebbero distrutti se la città tornasse alla vita e se si dimostrasse che un aeroporto è necessario. Quando però Marko lo convince che lo stesso Jackson sarà alla presentazione del monumento, e le speranze crescono fra i cittadini, autorizza la ‘folle idea’ tenendo però come riserva un gruppo di ultras di estrema destra pronto a provocare incidenti su richiesta.

La narrazione vecchio stile che Lungulov utilizza è la scelta giusta per questa commedia nera toccante e autenticamente divertente. Il cast funziona alla perfezione ed è forte la chimica tra i vari personaggi principali, impossibile da prevedere anche per il direttore casting più esperto - è quindi probabile che gli attori l’abbiamo costruita direttamente sul set. Milivojević è ottimo nel ruolo dell’eroe imperfetto nel quale chiunque può rivedersi, e mostra la grande capacità di mostrare un’ampia varietà di emozioni con notevole controllo, senza mai scivolare nel sentimentalismo.

L’atto finale del film, che coinvolge moltissime comparse, una squadra della polizia, un elicottero e degli stunt, ha richiesto un lavoro produttivo importante, ed è eseguito alla perfezione in tutte le aree. Il direttore della fotografia tedesco Mathias Schoeningh, al lavoro per la seconda volta con Lungulov, cattura con affetto la cittadina decrepita, dandole un fascino non diverso da quello - visivamente migliore - di alcune ambientazioni del Vecchio West nell’epoca d’oro del Western.

Monument to Michael Jackson è un film commovente e di qualità elevata che ha buone possibilità sia ai festival che ai botteghini. Co-prodotto dalle serbe Papa Films e This and That, le tedesche AV Medien Penrose e Penrose Film, le macedoni Dream Factory e Aka Film e la croata Propeler Film, viene venduto da Films Boutique

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss