Il mio Godard (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

LOCARNO 2014 Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Produzione francese forza 16

di 

- Prime mondiali sulla Piazza Grande per A la vie di Jean-Jacques Zilbermann e Marie Heurtin di Jean-Pierre Améris

Produzione francese forza 16
A la vie di Jean-Jacques Zilbermann

Il cinema francese sarà molto ben rappresentato al 67mo Festival di Locarno (dal 6 al 16 agosto 2014). Includendo i tre pretendenti al Pardo d’oro (leggi l’articolo), saranno 13 i lungometraggi prodotti in via maggioritaria dalla Francia e tre i minoritari nel programma della manifestazione.

Nel menù delle proiezioni all’aperto in Piazza Grande non mancheranno le storie centrate sulle donne con le prime mondiali di A la vie [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Jean-Jacques Zilbermann (leggi la news - produzione Elzévir Films - vendite Le Pacte) e Marie Heurtin [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Jean-Pierre Améris (articolo - produzione Escazal Films - vendite Indie Sales), il concorrente cannense Sils Maria [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Charles Gillibert
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
 di Olivier Assayas, ma anche Lucy [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
di Luc Besson (con Scarlett Johansson - news - produzione e vendite EuropaCorp che lancerà il film lo stesso giorno in Francia) e Geronimo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Tony Gatlif (in proiezione speciale sulla Croisette - leggi la recensione) che faranno rispettivamente l’apertura e la chiusura del festival.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nella sezione competitiva Cineasti del presente si distingue Un jeune poète [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, primo lungometraggio di Damien Manivel (produzione Mld Films), con Rémi Taffanel, Enzo Vassallo e Léonore Fernandes. Prima mondiale anche per i documentari Frère et soeur [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Daniel Touati (produzione Nord-Ouest Documentaires) e Sud eau nord déplacer [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Antoine Boutet (produzione Les Films du Présent - coproduzione Sisters Productions). Da notare poi due coproduzioni minoritarie francesi: Los hongos [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Oscar Ruiz Navia (coprodotto da Arizona Films con la Colombia, l'Argentina e la Germania) e Lelaki Harapan Dunia [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Liew Seng Tat (coprodotto da Mandra Films con la Malesia, i Paesi Bassi e la Germania).

Nel programma Signs of Life figurano Fils (What's Your Job Daddy?) di HPG (produzione delegate e vendite Capricci Films) che vede un attore di film porno diviso tra riprese, preparazione di biberon e discussioni familiari. Tre coproduzioni sono inoltre in programma: la franco-italiana Amori e metamorfosi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Yanira Yariv (Acis Productions), la franco-tunisina Fort Buchanan di Benjamin Crotty (guidata da Les Films du Bal) e The Absent di Nicolas Pereda (coprodotto da Ciné Sud Promotion con Messico e Spagna).

Fuori concorso sono stati selezionati il concorrente cannense Adieu au langage [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Jean-Luc Godard (recensione), Parole de kamikaze [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Masa Sawada (produzione Comme des Cinémas - vendite internazionali MK2) e il documentario Le temps perdu di Pierre Schoeller (produzione Arte). Infine, il Festival di Locarno assegnerà un Pardo d’onore alla cineasta Agnès Varda, un Pardo alla carriera all’attore Jean-Pierre Léaud e un premio d’eccellenza all’attrice Juliette Binoche.

(Tradotto dal francese)

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss