Dopo l'amore (2016)
Belle Dormant (2016)
Miséricorde (2016)
La comune (2016)
Lady Macbeth (2016)
Grave (2016)
The Fixer (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PREMI Thessaloniki

email print share on facebook share on twitter share on google+

Perpetual Sadness conquista Thessaloniki

di 

- Il dramma messicano ha vinto il Golden Alexander, il film israeliano Next to Her ha ricevuto il Silver, mentre la co-produzione greco-bulgara The Lesson si è aggiudicata il Bronze

Perpetual Sadness conquista Thessaloniki
© Motionteam

I premi del Thessaloniki International Film Festival sono stati consegnati sabato sera, in quella che si è rivelata essere la più lunga cerimonia degli ultimi cinque anni di festival. Il regista messicano Jorge Pérez Solano era presente per ricevere il Golden Alexander, il primo premio della kermesse, per Perpetual Sadness. Il Silver Alexander è stato assegnato al film israeliano Next to Her e a riceverlo è stata la co-produttrice greca Constantina Stavrianou, di Graal film; Stavrianou ha ricevuto anche il Bronze Alexander, insieme all'attrice Margita Gosheva, per la co-produzione greco-bulgara The Lesson [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Kristina Grozeva, Petar Va…
intervista: Margita Gosheva
scheda film
]

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I co-realizzatori e scrittori di The Lesson, Kristina Grozeva e Petar Venditti, si sono aggiudicati il Premio alla migliore sceneggiatura, mentre il Premio al miglior regista è andato a Miroslav Slaboshpitsky per The Tribe [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Ucraina). Lo svedese Sverrir Gudnason era presente per ricevere il premio al miglior attore per Carnaria Park, mentre quello alla migliore attrice è stato assegnato a Brooke Bloom per She's Lost Control (USA). Infine, il premio alla carriera è andato al film estone di Martti Helde, In the Crosswind [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Martti Helde
intervista: Martti Helde
scheda film
]

Sebbene questa sia la prima volta in cinque anni che nessuno dei premi ufficiali viene assegnato a un greco, Norway [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Yiannis Veslemes, presentato a Karlovy Vary, è stato scelto dalla giuria FIPRESCI come miglior film greco. La stessa giuria ha votato Goodnight Mommy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Severin Fiala e Veronika …
scheda film
]
di Severin Fiala e Veronika Franz miglior film internazionale. Una menzione speciale è stata riservata al film greco Polk di Nikos Nikolopoulos e Vladimiros Nikolouzos.

Stratos [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Yannis Economides
scheda film
]
di Yiannis Economides ha vinto il Premio dell’Associazione dei critici cinematografici greci. Tale onorificenza non era stata più assegnata, dopo essere stata consegnata per 30 anni, a causa di un battibecco tra il regista Dimitri Eipides e l'associazione nel 2011 (vedi notizie), ma è stata reintegrata quest'anno in seguito alle richieste di FIPRESCI. È stato il primo premio vinto da Economiedes dopo una lunga tournée di festival iniziata alla Berlinale.

La 55^ edizione della kermesse ha raggiunto cifre da record: una partecipazione del 96% che «conferma che il cinema indipendente offre una visione del mondo alternativa che oggi è più che necessaria», ha osservato Eipides. Il direttore del festival ha accolto il pubblico presentando un rendiconto dettagliato delle dieci giornate del festival e rendendo omaggio alla carriera di Hanna Schygulla, presente alla cerimonia.

I premi onorifici sono stati consegnati alle attrici Voula Zouboulaki e Anna Synodinou, insieme ai registi Pantelis Voulgaris e Lakis Papastathis nell'ambito della celebrazione del centesimo anniversario del cinema greco. "Il festival festeggia il suo 55^ anno. Ciò significa che sono passati 50 anni da quando Papastathis ed io abbiamo iniziato a parteciparvi" ha sottolineato Voulgaris dopo aver ricevuto il premio.

Il Premio del pubblico, sponsorizzato da Fischer, è stato consegnato a Ivan Tverdovsky per Correction class [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ivan I. Tverdovsky
scheda film
]
(Russia/Germania), Manos Karystinos per Dark Illusion (Grecia), Isa Qosja per Three Windows and a Hanging [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Isa Qosja
scheda film
]
(Kossovo/Germania) e Josh Lawson per The Little Death (Australia).

(Tradotto dall'inglese)

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250