Grain (2017)
Las distancias (2018)
Lemonade (2018)
La enfermedad del domingo (2018)
Mes Provinciales (2018)
Transit (2018)
Foxtrot - La danza del destino (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

SUNDANCE 2015 Israele

email print share on facebook share on twitter share on google+

Due film israeliani al Sundance

di 

- Il mese prossimo, il grande festival americano accoglierà due film israeliani: un lungometraggio di finzione, Princess, e un documentario, Censored Voices

Due film israeliani al Sundance
Shira Haas e Ori Pfeffer in Princess

Due film israeliani, un lungometraggio di finzione e un documentario, rappresenteranno Israele quest’anno al Festival del film di Sundance (22 gennaio-1° febbraio): Princess e Censored Voices. Il programma comprende anche numerosi film europei (leggi l’articolo).

Princess è il secondo lungometraggio della regista e sceneggiatrice che vive a Tel-Aviv Tali Shalom Ezer, alla quale è stato assegnato il Premio Haggiag per il miglior film israeliano a Gerusalemme. Questo titolo, che sarà proiettato al Sundance in anteprima internazionale, è stato selezionato nel concorso internazionale. Racconta la storia di Adar (Shira Haas), una ragazzina di 12 anni che vive con sua madre (Keren Mor), e Michael, il suo patrigno (Ori Pfeffer). La madre, alcolizzata, è raramente presente; mentre Michael, che sembra amare molto Adar, passa il suo tempo a giocare con lei. La loro relazione diviene rapidamente malsana e pericolosa. Per uscirne, Adar si lega ad Alan, che l’accompagnerà in oscuri percorsi tra la realtà e l’immaginazione. Questo film è stato prodotto dalla società inglese Marker Films.

Mor Loushy presenterà il suo secondo documentario, Censored Voices, in anteprima mondiale. Questa produzione, della casa israelo-americana kNow Productions, tratta la Guerra dei Sei Giorni, che aveva messo a confronto nel 1967 Israele ed Egitto, la Giordania e la Siria. Una settimana dopo la fine della guerra, il celebre scrittore Amos Oz e l’editore Avraham Shapira filmarono dei soldati di ritorno dal fronte, ma solo una piccola parte di queste testimonianze registrate ottenne l’autorizzazione per essere diffusa. Ora che la censura dell’esercito è stata eliminata, Censored Voices rivela per la prima volte queste conversazioni nella loro integrità. 

(Tradotto dal francese)

Basque Cannes
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss