Brimstone (2016)
El bar (2017)
Sage Femme (2017)
The Fixer (2016)
The Giant (2016)
Fiore (2016)
Nocturama (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

MALAGA 2015

email print share on facebook share on twitter share on google+

Isabel Coixet e Antonio Hernández al 18° Festival di Malaga Cinema Spagnolo

di 

- La penultima pellicola della cineasta catalana e il recente lavoro del regista di En la ciudad sin límites completano l’interessante programmazione della manifestazione

Isabel Coixet e Antonio Hernández al 18° Festival di Malaga Cinema Spagnolo
Matar el tiempo di Antonio Hernández

Dopo le prime anticipazioni di pochi giorni fa della Sezione Ufficiale del Festival di Malaga Cinema Spagnolo (leggi la news), ieri è stata presentata nella città mediterranea, e oggi a Madrid, il resto della programmazione dove spicca fuori concorso Aprendiendo a conducir, con protagonisti Ben Kingsley e Patricia Clarkson e girato negli Stati Uniti da Isabel Coixet prima di Nessuno vuole la notte [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: Isabel Coixet
scheda film
]
. Anche Antonio Hernández mostrerà – in competizione – il suo thriller Matar el tiempo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, con Yon González, Ben Temple e Aitor Luna (leggi la news).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Completano la Sezione Ufficiale Asesinos inocentes del sivigliano Gonzalo Bendala, con Miguel Ángel Solá, Aura Garrido e Maxi Iglesias; El país del miedo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, adattamento del libro di Isaac Rosa per mano di Francisco Espada; la coproduzione La deuda, primo lungometraggio di Barney Elliott; Techo y comida, in cui Juan Miguel del Castillo affronta il tema doloroso degli sfratti; e Sólo química di Alfonso Albacete – prodotto da Rodar y rodar Cine S.L. che non competerà per la Biznaga (leggi la  news).

Nella sezione più alternativa e indipendente ZonaZine si potranno vedere l’opera prima di David Yáñez Muchos pedazos de algo, radiografia del disincanto giovanile attuale; El complejo del dinero [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Juan Rodrigáñez, che ha partecipato alla Berlinale (leggi la news); l’esordio di Fernando Balihaut, l’autoprodotto Animal; Todos tus secretos di Manuel Bartual, o i pericoli dei social network in multiscreen; Todo el mundo lo sabe di Manuel Larraya, con Bárbara Santa-Cruz protagonista; la cronaca d’amore, solitudine e paura Cuento de verano [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, dell’esordiente Carlos Dorrego; e Mirabilis, della debuttante Clara Martínez-Lázaro, commedia botanica su gente senza radici.

Come ha detto questa mattina il direttore del festival, Juan Antonio Vigar: “Quest’anno abbiamo molti contenuti, ma soprattutto buoni film”. Dal 17 al 26 aprile lo verificheremo... e qui lo racconteremo.

(Tradotto dallo spagnolo)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring