Ma Loute (2016)
Compte tes blessures (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
Callback (2016)
Riparare i viventi (2016)
Rester vertical (2016)
Toni Erdmann (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

INDUSTRIA Turchia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Istanbul annuncia la line-up di Meetings on the Bridge

di 

- La decima edizione della sezione dedicata al settore cinematografico dell'Istanbul Film Festival comprenderà per la prima volta progetti internazionali e un programma di formazione

Istanbul annuncia la line-up di Meetings on the Bridge

La decima edizione di Meetings on the Bridge, la sezione dedicata al settore cinematografico dell'Istanbul Film Festival, si terrà dall'11 al 17 aprile e, per la prima volta, comprenderà tre progetti provenienti dai Paesi vicini: Georgia, Bulgaria e Iran.

La regista georgiana Tinatin Kajrishvili e il produttore Lasha Khalvashi, saliti alla ribalta con il film Brides [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tinatin Kajrishvili
scheda film
]
presentato alla Berlinale 2014, sveleranno il loro progetto Manji; dalla Bulgaria, la regista Rouzie Hassanova collabora con la produttrice Gergana Stankova per l'opera prima Radiogram; e l'iraniano Majid Barzegar (noto come sceneggiatore e regista di Parviz) produrrà il primo lungometraggio di Sadaf ForoughiForgiveness.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questi tre progetti prenderanno parte al Film Project Development Workshop, un programma di formazione di sceneggiatura, produzione, distribuzione e marketing tenuto da registi e tutor esperti, tra cui la produttrice Amra Baksic Camo, e i consulenti di sceneggiatura Anita Voorham, Katriel Schory, Xristina Pelekani e Tobias Pausinger.

I dieci progetti turchi, di cui due documentari, scelti da un totale di 120 lavori, includono The Announcement di Mahmut Fazıl Coşkun (Yozgat Blues [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
Wrong Rosary), The Hunt di Emre Akay (Tales from Kars) e Iguana Tokyo di Kaan Müjdeci (Sivas [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
).

I premi che saranno assegnati ai progetti selezionati dal Film Project Development Workshop sono: il Turkey Ministry of Tourism and Culture Support Award ($10.000), il Melodika Sound Post-Production Award, il French National Cinema Centre (CNC) Support Award (€10.000) e il Mediterranean Film Industry (MFI) Script Workshop Award.

L'elenco completo dei progetti selezionati è disponibile qui.

Il Work in Progress Workshop, che mira a sostenere lungometraggi in fase di post-produzione, si terrà per la quarta volta, e presenterà quattro film di finzione e un documentario, tra cui Frenzy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Emin Alper
scheda film
]
 di Emin Alper (Beyond the Hill [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Emin Alper
scheda film
]
) e Dust Cloth [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ahu Öztürk
scheda film
]
 di Ahu Öztürk (Tales from Kars).

I progetti possono vincere il premio Color-ist Award (che prevede servizi di post-produzione), il Başka Sinema Award (sostegno alla distribuzione indipendente) e l'Efes Award, del valore di $10.000. 

L'elenco completo dei progetti selezionati è disponibile qui.

Il Turkish-German Co-Production Development Fund, che ha finanziato film quali il vincitore del premio Cineuropa dello scorso anno Come to My Voice [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Hüseyin Karabey
scheda film
]
, continuerà inoltre a sostenere diversi progetti. Nel 2014, il fondo ha stanziato un totale di €150.000 a nove film, tra cui Blue Bicycle [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Ümit Köreken, che ora prenderà parte al Work in Progress Workshop.

Nel corso dei suoi dieci anni di esistenza, Meetings on the Bridge ha aiutato 30 progetti cinematografici a raggiungere il completamento e ha finanziato con quasi €430.000 36 progetti diversi.

(Tradotto dall'inglese)

EAVE Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

filmitalia_site