Absence of Closeness (2017)
On Body and Soul (2017)
Handia (2017)
I Am Not a Witch (2017)
Valley of Shadows (2017)
Western (2017)
God's Own Country (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

VISIONS DU RÉEL 2015

email print share on facebook share on twitter share on google+

Imagine Waking Up Tomorrow And All Music Has Disappeared, un emozionante viaggio musicale

di 

- Il film del regista svizzero di origini tedesche Stefan Schwietert ci trasporta in un universo sovversivo dal sapore punk altamente rigenerante

Imagine Waking Up Tomorrow And All Music Has Disappeared, un emozionante viaggio musicale

Vincitore del prestigioso Sesterzio d’argento SRG SSR per il miglior lungometraggio elvetico all’ultima edizione di Visions du Réel (Competizione Internazionale lungometraggi) l’ultimo film di Stefan Schwietert dimostra quanto la sua fama di documentarista specializzato nella musica sia fondata e non smetta di arricchirsi di nuovi, sorprendenti sfaccettature.

Bill Drummond, il protagonista di Imagine Waking Up Tomorrow And All Music Has Disappeared [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, è un personaggio fuori dagli schemi, un vero e proprio monumento della scena punk inglese (cantante dell’ormai mitica band Big in Japan), anarchico nello spirito e sempre alla ricerca di nuove convenzioni da abbattere e stravolgere in nome del sacro santo motto “Do It Yourself”.  Il suo momento di gloria l’ha raggiunto (e successivamente sacrificato) grazie al progetto musicale acid house KLF che l’ha spinto ad un atto estremo in sintonia con i suoi ideali rivoluzionari: bruciare un millione di lire sterline. Dopo questa “performance” altamente controversa, Bill Drummond ritorna sulla scena grazie al progetto The 17, vero e proprio concetto controcorrente che ci spinge a riflettere sulla domanda: cosa succederebbe se la musica scomparisse improvvisamente dalla faccia della terra? 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Stefan Schwietert segue Drummond con la sua cinepresa, in viaggio tra le estese pianure britanniche, alla ricerca di nuove voci per il suo progetto-coro. Lo scopo del nostro musicista scozzese è quello di creare una composizione musicale che non esiste, così come Schwietert tenta di costruire un documentario su di un’utopica ed effimera esperienza musicale. Drummond ambisce a proteggere, attraverso il suo progetto The 17, la magia della musica dalla cupidigia del sistema mainstream. Le composizioni di questo coro fuori dal comune sono un condensato di vite, uno squarcio della diversità di una società sull’orlo dell’esplosione attraverso la musica. 

Drummond e Schwietert cercano, ognuno a modo suo, di indagare la parte ancora sconosciuta degli esseri umani attraverso la magia dell’espressione artistica, che sia utilizzando la musica o il cinema. Il loro è un viaggio drammatico ed emozionante che va oltre il tema trattato, verso quel “qualcosa” di unico ed effimero che potremmo chiamare arte. Con i suoi documentari Schwietert vuole andare oltre ciò che esiste già conducendo lo spettatore in un mondo dove le immagini traducono emotivamente le parole dei personaggi. Bill Drummond, attraverso lo sguardo di Stefan Schwietert, ci conduce all’interno di un’umanità “reale”, lontana chilometri dall’immagine patinata di un Regno Unito bucolico e trendy dove tutto sembra facile, artificiosamente facile.

La complessità di questa società estremamente stratificata è catturata dal regista svizzero con una lucidità e sincerità rare. La sua camera accompagna Drummond da una costa all’altra, captandone i “non detti”, i momenti sospesi dove la realtà si trasforma in qualcosa di sublime. I rumori sono esasperati e le immagini viaggiano in modo inaspettato con la musica del quotidiano come se volessero fondersi per creare una sinfonia che ancora non esiste. La magia del cinema è messa al servizio della musica che ne diventa il personaggio principale ma anche l’animale-guida, l’essenza stessa. L’ultimo documentario di Schwietert cattura l’io profondo di un personaggio enigmatico che non cede a compromessi mettendone in luce i punti di forza ma anche e soprattutto le debolezza. Una psicanalisi attraverso il cinema che spinge lo spettatore molto lontano.

Imagine Waking Up Tomorrow And All Music Has Disappeared è venduto nel mondo da maximage GmbH.

Leggi anche

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss