Dopo l'amore (2016)
Belle Dormant (2016)
Miséricorde (2016)
La comune (2016)
Lady Macbeth (2016)
Grave (2016)
The Fixer (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Svezia

email print share on facebook share on twitter share on google+

La cantante svedese Neneh Cherry protagonista di Stockholm My Love

di 

- Il regista Mark Cousins e il direttore della fotografia Christopher Doyle hanno scelto l'artista svedese di fama mondiale per la loro odissea a Stoccolma

La cantante svedese Neneh Cherry protagonista di Stockholm My Love
Neneh Cherry (© Fredrik Skogkvist)

Finora, la cantautrice, rapper, dj e presentatrice Neneh Cherry, famosa in tutto il mondo, ha contribuito alle colonne sonore di 29 film, ma per Stockholm My Love - che è attualmente in fase di produzione a Stoccolma - non solo ha curato la colonna sonora, ma è anche la protagonista e la voce fuori campo.

Il regista irlandese Mark Cousins ​​(Life May Be [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, 2014) e il direttore della fotografia australiano Christopher Doyle (ben noto per aver lavorato con il regista di Hong Kong Wong Kar-Wai e il regista americano Gus Van Sant) sono gli artefici di questo ritratto di Stoccolma, che è uno dei sei nuovi lungometraggi sostenuti dallo Swedish Film Institute. Il film è inoltre supportato dal centro cinematografico regionale svedese di Stockholm-Mälardalen.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)suspi_2016_468x60

Sceneggiato da Cousins ​​e dalla produttrice svedese Anita Oxburgh, e prodotto dalla Oxburgh per la Migma Film di Stoccolma, Stockholm My Love narra dell'architetto 47enne Alva Diop (la Cherry), sposata, con una figlia di 20 anni, e che ama l'architettura e il modo in cui gli edifici influenzano la vita delle persone.

Un anno fa, la Diop uccise un uomo in un incidente stradale - non era colpa della donna, ma è ancora in stato di shock e fatica a dormire, quindi si sveglia presto la mattina per fare lunghe passeggiate. Vaga per la città che ama veramente, ma senza sentire l'armonia in cui di solito si identifica.

Oltre che nei video musicali e in una serie TV, la figliastra dell'icona jazz americana Don Cherry ha recitato solo un'altra volta prima d'ora, nel cortometraggio Assumptions (2000); ha ottenuto il successo internazionale nel 1998 con la canzone hip-hop Buffalo Stance.

Lo Swedish Film Institute ha inoltre sostenuto il regista svedese-polacco Manus Jerzy Sladkowski per il suo Love Me and Let Me Go, che produrrà per la sua società JS Filmproduktion. Narra di un 22enne autistico della cittadina russa di Nizhny Novgorod; molte persone cercano di aiutarlo, ma nessuno riesce, fino a quando il sostegno proviene da un luogo inaspettato.

Inoltre, il regista svedese-polacco Ryszard Solarz riceverà i finanziamenti dell'istituto per Dexter, che narra di una 18enne che ha trascorso tre anni in giro nella piazza principale di Stoccolma. Ora i servizi sociali l'hanno affidata a una famiglia, e nella produzione Direkt Film e Media, incontra un ragazzo che non si droga - ma staranno insieme?

Infine, l'istituto ha sovvenzionato due co-produzioni minoritarie svedesi: Fang Rung del danese Max Kestner e The Wave [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Roar Uthaug
scheda film
]
 del norvegese Roar Uthaug, entrambe realizzate dal produttore svedese Fredrik Wikström Nicastro con la sua Tre Vänner Produktion.

(Tradotto dall'inglese)

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250