Makala (2017)
The Square (2017)
120 battements par minute (2017)
You Were Never Really Here (2017)
In the Fade (2017)
The Killing of a Sacred Deer (2017)
Jeune femme (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

STOCCOLMA 2015

email print share on facebook share on twitter share on google+

190 film provenienti da 70 Paesi in mostra al 26° Stockholm Film Festival

di 

- Mediterranea di Jonas Carpignano e Carol di Todd Haynes in apertura e chiusura dell'evento, che si terrà dall'11 al 22 novembre

190 film provenienti da 70 Paesi in mostra al 26° Stockholm Film Festival
Mediterranea di Jonas Carpignano

Il 26° Stockholm International Film Festival si aprirà l'11 novembre con l'opera prima del regista italiano Jonas Carpignano, Mediterranea [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Jonas Carpignano
scheda film
]
- che fa anche parte della sezione Spotlight del festival sull'immigrazione (vedi news) - seguito da 190 film (provenienti da 70 Paesi), Carol [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Todd Haynes concluderà l'evento il 22 novembre. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Per la prima volta, abbiamo più donne che uomini in competizione per il Cavallo di Bronzo - il primo premio da 7,5 kg - nella nostra competizione per film Stockholm XXVI", ha detto la direttrice del festival Git Scheynius annunciando il programma completo ieri (20 ottobre) in una conferenza stampa a Stoccolma.

Sceneggiato anche dallo stesso Carpignano, Mediterranea racconta la storia di due giovani uomini che lasciano il loro Paese d'origine del Burkina Faso per affrontare il pericoloso viaggio attraverso il Mediterraneo verso l'Italia. "Il film era in lavorazione da cinque anni, e ci sono stati momenti in cui non sapevamo se avremmo mai finito. Il fatto che apra il festival di Stoccolma è surreale e gratificante, e siamo molto orgogliosi," ha detto il regista della sua prima svedese.

Il film di metà festival sarà Louder than Bombs [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Joachim Trier
scheda film
]
del norvegese Joachim Trier, con Isabelle Huppert, che è stato il primo contendente norvegese alla Palma d'Oro di Cannes dopo 36 anni, e il programma si concluderà con Carol, che è stato scelto anche per il poster del festival. 

Inoltre per la prima volta, il festival presenterà l'Impact Award di Stoccolma "ad un regista audace che riflette su questioni contemporanee". Il presidente della giuria è l'artista cinese Ai Weiwei, per la prima volta a Stoccolma; due anni fa, inviò l'opera d'arte The Chair for Non-Attendance per interpretare visivamente la sua non presenza, e l'anno scorso ha realizzato due sculture di ghiaccio dei leoni a guardia della Città Proibita di Pechino. 

L'attrice americana Ellen Burstyn - "icona del cinema americano contemporaneo, attrice audace di grande integrità, che ha dato vita a personaggi innovativi" - riceverà il premio Achievement di Stoccolma, mentre il regista greco Yorgos Lanthimos, che sarà al festival con The Lobster [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Yorgos Lanthimos
scheda film
]
, riceverà il Premio Visionary di Stoccolma.

Come precedentemente annunciato, il regista britannico Stephen Frears porterà a casa il Premio alla Carriera di Stoccolma, e come al solito, oltre ai lungometraggi, ai cortometraggi, alle nuove competizioni Impact e Documentari, il programma prevede anche le sezioni Open Zone, American Independents, Asian Images, Twilight Zone (annunciate come "le esperienze di cinema più adrenaliniche e snervanti di sempre"), Special Presentations, iFestival e 1 Km Film.

(Tradotto dall'inglese)

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Swiss Films Cannes