Beauty and the Dogs (2017)
On Body and Soul (2017)
Handia (2017)
Valley of Shadows (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
I Am Not a Witch (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BLACK NIGHTS 2015

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il Tallinn Black Nights annuncia i suoi titoli in concorso

di 

- Gli ultimi film di Laila Pakalnina, Marian Crisan e Iglika Triffonova, fra gli altri, avranno la loro prima mondiale al festival estone

Il Tallinn Black Nights annuncia i suoi titoli in concorso
Orizont di Marian Crisan

Il Tallinn Black Nights Film Festival ha annunciato i suoi principali concorrenti per la 19a edizione. La selezione del 2015 presenta 18 pellicole da 21 paesi diversi, con 7 prime mondiali, 3 internazionali e 8 première europee.

Tiina Lokk, direttrice del festival, ha dichiarato di essere “davvero soddisfatta della selezione di paesi e della varietà di generi in programma, che conta su registi in diverse fasi della loro carriera”. Secondo Lokk, la selezione comprende “un mix di narrative provenienti da continenti e culture differenti che, sebbene siano in competizione fra loro, hanno anche molto in comune quanto a valori e messaggi”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tra le prime mondiali figura l’ultimo film dell’acclamata autrice estone Laila Pakalnina. Con Dawn [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, una coproduzione tra Lettonia ed Estonia, Pakalnina torna sul tema della propaganda sovietica per raccontare la storia del giovane martire Pavlik Morozov, che consegna suo padre alle autorità perché traditore della patria e per questo deve confrontarsi con le ire della famiglia. Tra le offerte di quest’anno troviamo anche Orizont, dello sceneggiatore e regista rumeno Marian Crisan (leggi la news), su una famiglia che ha appena aperto un hotel sulla strada e deve confrontarsi con un gruppo di mafiosi locali che pretendono una parte dei ricavi in cambio di “protezione”. Gli altri film in prima mondiale sono The Prosecutor, the Defender, the Father and His Son [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Iglika Triffonova
scheda film
]
della bulgara Iglika Triffonova; The Summer of Frozen Fountains [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Vano Burduli
scheda film
]
 del regista georgiano Vano Burduli e 28:94 Local Time [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Yana Drouz & David Safarian
scheda film
]
de l’armeno David Safarian; anche il messicano Epitaph diRubén Imaz e Yulene Olaizola, e Let Her Cry di Asoka Handagama, avranno la loro prima al festival.

Le prime internazionali includeranno La Novia [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Paula Ortiz
scheda film
]
della regista spagnola Paula OrtizUnder the Sun [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 del russo Vitaliy Manskiy e Insight del suo connazionale Aleksandr Kott. Quanto alle prime europee, il pubblico avrà l’opportunità di vedere The Paradise Suite [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Joost van Ginkel, rappresentante dei Paesi Bassi agli Oscar 2016 che descrive sei stranieri di diverse parti del mondo i cui cammini si incrociano nei sobborghi legati alla tratta delle bianche ad Amsterdam. Si potranno inoltre vedere Black [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Adil El Arbi e Bilall Fallah
scheda film
]
dei registi belgi Adil El Arbi e Bilall FallahHappy Hour [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del tedesco Franz MillerThe Throne di Lee Joon-ik, candidato sudcoreano agli Oscar del miglior film straniero; il rappresentante kazako Stranger di Yermek Tursunov; il film americano The Automatic Hate di Justin LernerAvalanche del regista iraniano Morteza Farshbaf e Zinnia Flower del regista taiwanese Tom Lin.

La 19a edizione del Tallinn Black Nights Film Festival si svolgerà dal 13 al 29 novembre, e la cerimonia di consegna dei premi sarà il 27. L’Industry@Tallinn si terrà dal 16 al 20.

(Tradotto dall'inglese)

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss