Dopo l'amore (2016)
Belle Dormant (2016)
Miséricorde (2016)
La comune (2016)
Lady Macbeth (2016)
Grave (2016)
The Fixer (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

IDFA 2015

email print share on facebook share on twitter share on google+

Every 28 Days: il desiderio di maternità

di 

- Il primo film documentario della regista tedesca Ina Borrmann ci accompagna in un viaggio personale nel desiderio di maternità insoddisfatto di una donna

Every 28 Days: il desiderio di maternità

Presentato in anteprima nella sezione Panorama del 28° International Documentary Film Festival Amsterdam (IDFA), che si chiuderà il 29 novembre, Every 28 Days [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
è senza dubbio uno dei titoli più audaci proiettati all'evento di quest'anno. Il primo film documentario della regista tedesca Ina Borrmann attinge alla sua esperienza personale nel cercare di diventare madre a quasi 40 anni. Con nient'altro che una camera a mano abbastanza instabile, e il prezioso aiuto del suo partner e co-produttore, Marc Waechter, la Borrmann prende una decisione intima radicale al fine di documentare qualcosa di molto importante per lei, non solo come regista, ma soprattutto come donna.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nata nell'ex Repubblica Democratica Tedesca e cresciuta dai suoi genitori "come una donna emancipata e indipendente" in grado di "sfuggire alla pressione di partorire", la Borrmann decise fin dalla tenera età di non voler legare la sua esistenza a nessun altro. Si trasferì da Freiberg a Monaco di Baviera, dove si iscrisse all'Università di Televisione e Cinema, trovò diversi lavori, e alla fine si diresse a Berlino con il suo attuale partner. A quel punto, tutto cambiò. Si ritrovò in una relazione stabile e felice, e sua sorella minore diede alla luce la sua nipotina. Improvvisamente, sentì il desiderio di una famiglia e di figli suoi, e cominciò a provare a rimanere incinta. Sfortunatamente non funzionò, e così decise di andare in una clinica della fertilità e di esplorare altre possibilità al di là del concepimento tradizionale.

Questo è il punto di partenza dell'odissea personale di Ina, che è riuscita a registrare tutto mentre provava ogni emozione ed angoscia, risultato di molti tentativi infruttuosi di soddisfare il suo desiderio finale. Il film adotta un approccio affascinante, che è anche surreale in alcuni punti - come esprime Marc stesso - in cui la regista è la protagonista di una storia profondamente intima, spogliandosi fisicamente e metaforicamente di fronte all'obbiettivo. Esplorando tutti gli aspetti coinvolti nel processo (da quello scientifico a quello economico, e, naturalmente, quello emotivo), il documentario offre un'esperienza piuttosto cupa, sostenuta da una dose generosa di umorismo nero e dall'instancabile impegno della coppia alla ribalta.

Every 28 Days è stato prodotto da Avanti Media Film- und Fernsehproduktion in co-produzione con Shoot from the Hip Filmproduktion, RBB e MDR, in collaborazione con ARTE. Deckert Distribution si occupa delle vendite internazionali.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250