La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Paris La Blanche (2016)
Félicité (2017)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
El bar (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

TORINO 2015 Industria

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il TorinoFilmLab assegna i suoi premi

di 

- 5 premi di produzione, 3 di distribuzione, un Audience Award e altri riconoscimenti sono stati attribuiti a chiusura dell’8° TFL Meeting Event. László Nemes e Jonas Carpignano tra i vincitori

Il TorinoFilmLab assegna i suoi premi
I vincitori del TorinoFilmLab (©TorinoFilmLab)

Sono cinque i premi di produzione assegnati dal TorinoFilmLab quest’anno, a conclusione del suo 8° Meeting Event. La giuria internazionale presieduta da Alberto Barbera e composta dalla cineasta messicana Paula Astorga, il produttore argentino Benjamin Domenech, lo scrittore/regista franco-afgano Atiq Rahimi e la regista/sceneggiatrice belga Fien Troch, ha attribuito – nell’ambito del programma FrameWork, che ha presentato 9 progetti in cerca di coproduzione – quattro TFL World Production Awards da 50 mila euro ciascuno a Sunset di László Nemes (Ungheria), A A di Jack Faber (Polonia/Israele), The Heiresses di Marcelo Martinessi (Paraguay/Germania/Brasile/Uruguay) e Nothing Else Mattress di Bryn Chainey (Australia), e un premio di produzione da 70 mila euro a Daoud’s Winter di Koutaiba Al-Janabi (Iraq/Olanda/Francia).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

A A di Jack Faber si è aggiudicato anche un Audience Award(30 mila euro), votato da tutti i Decision Maker presenti al Meeting Event tra i progetti FrameWork. I tre TFL World Distribution Award (43 mila euro) – a supporto dell’implementazione di strategie innovative per l’audience engagement al momento dell’uscita dei film – sono stati consegnati ufficialmente ai progetti vincitori del TFL World Distribution Fund 2015, che hanno partecipato durante l’anno al programma Audience Design: Eva Doesn’t Sleep [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Pablo Agüero (Francia/Argentina/Spagna), In the Last Days of the City [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Tamer El Said (Egitto/Germania) e Rey [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Niles Atallah (Cile/Francia).

A Ciambra di Jonas Carpignano (Italia)ha ottenuto l’ARTE International Prize (6.000 euro), assegnato da ARTE France Cinéma a uno dei progetti Script&Pitch. Il Post-Production Award EP2C–assegnato a un progetto FrameWork, che permette al produttore di partecipare a un workshop sulla post-produzione – è andato invece a Ohna Falby di Life to Live Films (Regno Unito), produttrice di The Girl from the Estuary; quest’ultimo progetto, diretto da Gaëlle Denis, si è aggiudicato anche il Production Minds Award, che consiste nella possibilità di utilizzo gratuita per sei mesi della piattaforma di pre-produzione on-line.

Infine, The Staffroom di Sonja Tarokic (Croazia, programma Script&Pitch) ha conquistato il Les Arcs Coproduction Village Prize, che consiste nella selezione automatica di un progetto all’Arc 1950 Coproduction Village, e il Digital Production Challenge II Award– il premio promosso da FOCAL Resource, che consiste nella partecipazione al workshop DPC II – è stato attribuito al progetto Script&Pitch Sweet Monster di Laurie Lassalle (Francia).

Sostenuto da Mibact, Regione Piemonte e Città di Torino, il TFL è promosso dal Museo Nazionale del Cinema e dalla Film Commission Torino Piemonte. Molte delle sue attività sono supportate dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea.

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring