Ava (2017)
120 battements par minute (2017)
Happy End (2017)
Jupiter's Moon (2017)
The Square (2017)
Le Redoutable (2017)
A Ciambra (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FILM Romania

email print share on facebook share on twitter share on google+

Pioneers’ Palace: un insieme di volti nuovi e interessanti

di 

- Il film di Bobby Păunescu è stato presentato al Sundance prima della sua uscita nazionale a dicembre

Pioneers’ Palace: un insieme di volti nuovi e interessanti

Presentato al Sundance nella sezione Special Events, il secondo lungometraggio di Bobby Păunescu, Pioneers’ Palace, potrà finalmente raggiungere il pubblico rumeno all'inizio di dicembre. Il film continua una tendenza iniziata con Love Building [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Iulia Rugina
festival scope
scheda film
]
, commedia romantica di Iulia Rugină: un film realizzato con i laureati di una scuola di recitazione - in questo caso, la MM Film Academy di Păunescu. I due film condividono gli aspetti positivi e negativi dell'approccio: un insieme di volti nuovi e interessanti, ma anche i problemi derivanti da una sceneggiatura con troppi personaggi e troppe sottotrame.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Gli eventi si svolgono all'inizio degli anni '90. La società rumena si sta godendo una sorta di ripresa dopo la Rivoluzione del 1989, ma tutto sembra cambiare troppo in fretta. È un momento di grandi opportunità, e Veronel (Toto Dumitrescu) e Mihnea (Costin Cambir), due studenti delle scuole superiori, sono pronti a cogliere l'attimo: dopo le proteste studentesche, convincono il preside a dare loro lo spazio e i fondi per aprire un club nei locali della scuola. L'iniziativa si dimostra popolare, e presto Veronel, Mihnea e i loro amici si rendono conto che uno sforzo di tale successo necessita di protezione: ed ecco entrare in gioco Ion (Mihai Dorobanţu), un gangster/faccendiere. Tramite quest'ultimo, i due giovani vengono iniziati alla loro prima esperienza sessuale nell'appartamento di Madam Geta, soprannominato "Casa Sconcia". Quest'avventura sarà la spina dorsale della storia: dopo che un collega invidioso gli dice che adesso hanno l'AIDS, Veronel e Mihnea devono capire se sono davvero destinati a morire tra atroci sofferenze.

Păunescu stesso ha scritto la sceneggiatura, che lascia molto spazio al talento dei suoi attori per l'improvvisazione. C'è molta buona energia nel film, e quasi tutti gli attori hanno ciò che serve per costruirsi un futuro interessante nel cinema rumeno, sebbene ci siano già troppi attori per le circa due dozzine di film prodotti ogni anno. Il regista unisce i laureati dalla sua scuola di recitazione con artisti professionisti: per esempio, Doru Ana interpreta un allenatore di nuoto che ha bisogno di essere convinto dalla madre di Veronel (Ioana Pavelescu) al momento di prendere una decisione sulla partecipazione del giovane a una gara nazionale.

A causa del suo numero generoso di personaggi, la storia preferisce restare aneddotica: gli eroi principali sono, dopo tutto, i giovani convinti di morire presto di AIDS dopo aver fatto sesso protetto con due prostitute. Un trafficante di granate, un investitore australiano che lascia aspettare la sua fidanzata nel soggiorno di Madam Geta mentre lui si diverte con una delle ragazze nella stanza accanto, e una serie impressionante di gangster e ladruncoli danno l'impressione che la sceneggiatura sia piuttosto incentrata sulle leggende metropolitane e sul gossip scandalistico che i rumeni condividevano davanti a una tazza di caffè più di due decenni fa.

Tra questa pletora di personaggi, uno si fa ricordare: Ion, il faccendiere che sa tutto sugli aspetti sordidi della malavita di Bucarest. Dopo aver interpretato un usuraio nel primo film di Păunescu, Francesca [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Dorobanţu (direttore artistico del film, tra l'altro) ruba la scena in Pioneers’ Palace, con un ottimo mix di umorismo, ignoranza e ferocia.

Girato l'anno scorso in sette giorni a maggio, Pioneers’ Palace è stato prodotto da Mandragora Movies e Solar Indie Junction. Il film è distribuito da Mandrake Productions.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

Cannes NEXT
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Swiss Films Cannes