Loving Vincent (2016)
Beauty and the Dogs (2017)
The Square (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
Handia (2017)
Spoor (2017)
On Body and Soul (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FILM Spagna

email print share on facebook share on twitter share on google+

Palmeras en la nieve: la mia Africa?

di 

- Fernando González Molina dirige un film lungo, ambizioso e confuso con protagonista il suo attore feticcio: il commercialissimo Mario Casas, in un ruolo che gli sta un po’ grande

Palmeras en la nieve: la mia Africa?
Mario Casas e Berta Vázquez in Palmeras en la nieve

Palmeras en la nieve [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
è l’adattamento di un romanzo di successo scritto da Luz Gabás. A trasporlo nel linguaggio cinematografico ci ha pensato un abile sceneggiatore: Sergio G. Sánchez, autore di campioni d’incassi come El orfanato [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Lo imposible [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Juan Antonio Bayona
scheda film
]
. E per convertirlo in immagini e suono ci si è avvalso di un altro uomo di successo: il navarrese Fernando González Molina, regista non solo di fortunatissime serie tv come Los hombres de Paco e El barco, ma anche di fenomeni cinematografici come Tres metros sobre el cielo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Tengo ganas de ti [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, interpretati tutti da Mario Casas, uno di quegli attori che deve la sua fama più al suo bel fisico che non alle sue qualità interpretative, come conferma il suo esercito di fan. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Con questi elementi “attira pubblico”, una produzione che si annuncia come la più costosa del cinema spagnolo recente e settimane di riprese in Colombia, Huesca e Canarie, Palmeras… arriva nelle sale pronto a sedurre un pubblico desideroso di provare le stesse emozioni di quando vede le sue serie tv preferite, tipo Amar en tiempos revueltos o Velvet. Di fatto, questa produzione tra Nostromo Pictures e Palmeras en la Nieve AIE in associazione con Telefónica Studios (con la partecipazione di Atresmedia, Movistar+, Warner Bros Pictures España e Cosmopolitan TV) emana lo stesso aroma stantio, morbido e obsoleto.

Mario Casas è nominato ai premi Feroz (leggi la news) come miglior attore non protagonista per la sua divertente performance in Mi gran noche [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e giustamente, in quanto efficace nel suo ruolo di cantante latino, erotomane e tonto; ma qui nei panni di un seduttore classico, in bilico tra conflitti personali e politici, egli sembra perso, spaventato, rimpicciolito: non è in grado di portare sul suo volto tutto il peso di questo film troppo lungo che dovrebbe distillare passione ed energia, e invece risulta confuso e pomposo, grazie anche a una sceneggiatura scritta con squadra e righello: Sergio Sanchez confonde e interrompe la trama con salti temporali sconcertanti, e arriva a imbrogliare linee narrative apparentemente semplici, che invece lasciano lo spettatore sommerso dai dubbi. Gli attori si perdono in dialoghi farciti di luoghi comuni e frasi da best-seller tipo "Fa’ attenzione a non trovare quello che stai cercando", che non portano da nessuna parte.

Il colpo di grazia è dato dalle scelte formali di González Molina, più attento all’utilizzo di droni per offrire panoramiche aeree da cartolina o a regalarci inquadrature non necessarie dell’anatomia di Casas, che a infondere energia, verità e coerenza a ciò che sfila davanti ai nostri occhi: le rivolte sociali che portarono all’indipendenza della ex colonia spagnola della Guinea Equatoriale sono trattate come qualcosa di secondario e quasi banale, con una messa in scena ordinaria per non dire mediocre. Quindi no, Palmeras en la nieve non assomiglia a La mia Africa, né tantomeno a Un anno vissuto pericolosamente, benché siano stati questi due dei suoi – remoti – modelli.

La compagnia Film Factory Entertainment gestisce le vendite internazionali del film.

(Tradotto dallo spagnolo)

Leggi anche

EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss