La ragazza senza nome (2016)
Un padre, una figlia (2016)
María (y los demás) (2016)
United States of Love (2016)
Waves (2016)
Il più grande sogno (2016)
American Honey (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

SUNDANCE 2016 Premi

email print share on facebook share on twitter share on google+

L’Europa nel palmarès di Sundance

di 

- Sonita, Belgica, The Lure, All These Sleepless Nights e The Land of the Enlightened tra i titoli premiati nello Utah

L’Europa nel palmarès di Sundance
Sonita di Rokhsareh Ghaem Maghami

Il Festival di Sundance ha annunciato sabato scorso il suo palmarès. La cerimonia, che ha chiuso l’edizione di quest’anno (composta da 123 lungometraggi e 72 corti, selezionati tra 12.793 opere inviate e presentati al pubblico di Park City, Utah), ha visto un buon numero di pellicole europee aggiudicarsi premi nelle rispettive categorie.

Tra questi spicca il film di Rokhsareh Ghaem Maghami, Sonita [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, che ha ottenuto il Gran Premio della Giuria e il Premio del Pubblico nella sezione World Cinema Documentary. Il racconto di una rifugiata afghana di 18 anni che vive in una comunità per giovani di Teheran, dove canalizza la sua ribellione nelle note delle sue composizioni hip-hop, è stato uno dei trionfatori di questa edizione. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Sempre nella sezione World Cinema Documentary, altri due film europei hanno ricevuto riconoscimenti. Il polacco Michal Marczak si è aggiudicato il Premio della Regia per il suo ritratto dell’euforia e dell’incertezza della gioventù, All These Sleepless Nights [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, e il regista e direttore della fotografia Pieter-Jan De Pue ha ottenuto il Premio Speciale della Giuria alla Fotografia per il suo The Land of the Enlightened [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, un viaggio in un territorio dimenticato dell’Afghanistan pieno di mine anti-uomo e lapislazzuli attraverso lo sguardo dei bambini del luogo. We Are X [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Stephen Kijak, una coproduzione tra Regno Unito, Stati Uniti e Giappone, ha vinto il Premio Speciale della Giuria al Montaggio.

Nella sezione World Cinema Dramatic, la coproduzione tra Francia e Israele Sand Storm [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, diretta dall'israeliana Elite Zexer ha ottenuto il Gran Premio della Giuria; Felix van Groeningen ha ottenuto il premio alla Regia per il suo ultimo lavoro, Belgica [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Artemio Benki, Sylvie Leray
intervista: Felix Van Groeningen
scheda film
]
, che segue due ragazzi che aprono un bar e vengono travolti dal suo successo nella scena notturna belga. Agnieszka Smoczyńska ha ricevuto invece il Premio Speciale della Giuria alla Concezione visiva per The Lure [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Agnieszka Smoczyńska
scheda film
]
, racconto di due sorelle sirene che si esibiscono in un locale notturno e si confrontano con decisioni crudeli e sanguinose.

Il festival ha consegnato inoltre il Global Filmmaking Award al duo di cineasti italiano Antonio Piazza e Fabio Grassadonia per il loro progetto in sviluppo Sicilian Ghost Story (leggi la news).

(Tradotto dall'inglese)

Seneca's Day Lithuania
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs