Toni Erdmann (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
The Ornithologist (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
Things to Come (2016)
La ragazza senza nome (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FILM Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Perfetti sconosciuti: se i telefonini potessero parlare…

di 

- Il nuovo film di Paolo Genovese è una commedia amara con un cast all star e un interrogativo: quanto conosciamo veramente le persone che ci sono vicine?

Perfetti sconosciuti: se i telefonini potessero parlare…
Una scena di Perfetti sconosciuti

Uscirà in prossimità di San Valentino, ma è tutt’altro che un inno all’amore. Dopo commedie più leggere come Immaturi [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Tutta colpa di Freud [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Sei mai stata sulla luna? [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Paolo Genovese vira verso la commedia amara con Perfetti sconosciuti [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, in arrivo nelle sale l’11 febbraio. I perfetti sconosciuti del titolo sono in realtà sette amici di vecchia data (tre coppie e un single) che si ritrovano a cena e fanno uno strano e rischioso gioco: mettono i loro smartphone sul tavolo e al grido di “non abbiamo niente da nascondere”, decidono di condividere i messaggi e le telefonate che ciascuno di loro riceverà durante la serata, in una sorta di roulette russa a colpi di sms e suonerie. Ma ovviamente, gli scheletri nell’armadio non mancano a nessuno, e l’allegra compagnia avrà parecchio da rimettere in discussione, e non si tratterà solo di amanti e tradimenti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

“L'idea era quella di raccontare quella vita segreta che non possiamo confessare”, ha spiegato Genovese subito dopo l’applaudita proiezione per la stampa, ieri a Roma, “fino a vent’anni fa i nostri segreti rimanevano dentro di noi, oggi sono custoditi nel cellulare, che è diventato un po’ la nostra scatola nera”. Il film, frutto di un grande lavoro di sceneggiatura (che porta cinque firme, tra cui quella di Rolando Ravello) e di una bella prova d’attori (Marco Giallini, Kasia Smutniak, Valerio Mastandrea, Anna Foglietta, Edoardo Leo, Alba Rohrwacher e Giuseppe Battiston), è ambientato tutto in una serata e attorno a una tavola imbandita, dove si mangia e si beve molto. “Nella prima stesura della sceneggiatura, il gioco dei cellulari sul tavolo doveva essere solo una scena”, prosegue il regista, “poi abbiamo capito che funzionava e che il telefonino era uno strumento fertile per raccontare il nostro tempo”.

Uno dei punti di forza di Perfetti sconosciuti è che l’immedesimazione scatta immediata: “Qualche spettatore sarà sicuramente tentato dal fare lo stesso gioco, per questo avevamo pensato di mettere un avviso: non andate a vederlo con la vostra fidanzata”, scherza Genovese. Ma se dopo averlo visto, nessuno parteciperà più a una cena tra amici senza farci un pensierino, forse è bene cogliere l’invito di Anna Foglietta, la più loquace tra gli interpreti in conferenza stampa: “Non chiederei mai lo scambio dei telefonini perché sarebbe stupido, qualcosa esce fuori sempre. Consideriamo questo film come un inno a dirsi le cose, piuttosto, e a prendere di petto la vita”.

Prodotto da Lotus e Medusa, che lo distribuisce anche, Perfetti sconosciuti sarà lanciato in oltre 500 sale. E all’estero, rivela l’AD di Medusa Giampaolo Letta, già si pensa a un remake: “Cinque paesi, tra cui Francia, Germania e Spagna, hanno chiesto di acquistarlo”. I cellulari, si sa, parlano tutte le lingue del mondo.

Leggi anche

CNC conférence 6 decembre
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs