Sieranevada (2016)
Tom of Finland (2017)
Barrage (2017)
Verano 1993 (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
Lady Macbeth (2016)
Riparare i viventi (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

USCITE Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Forever Young: i “finti giovani” di Fausto Brizzi

di 

- Esce in 500 sale la commedia sui cinquantenni che non vogliono invecchiare. In arrivo anche Un nuovo giorno di Stefano Calvagna, storia di un transgender, e Weekend

Forever Young: i “finti giovani” di Fausto Brizzi
Sabrina Ferilli e il suo “toy boy” (Emanuel Caserio) in Forever Young

“Non ci sono più i nonni e gli zii, le mamme e i papà: sono tutti a fare pilates”. Parola di Fausto Brizzi, che su questo strano e attuale fenomeno – l’estinzione degli adulti – ci ha costruito la sua nuova, divertente commedia, Forever Young [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, in arrivo oggi nelle sale. Per la prima volta, il regista di Notte prima degli esami [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Maschi contro femmine [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
si dà alla satira di costume ed esplora l’universo dei “finti giovani”, dei cinquantenni che non vogliono invecchiare. C’è Diego (Lillo), glorioso dj radiofonico di mezza età che si sveglia ogni mattina cantando “We are young, we run free” (da Alright dei Supergrass), ma in realtà ha problemi alla cervicale e deve fronteggiare la minaccia di un ben più giovane e agguerrito rivale in radio (Francesco Sole). C’è Giorgio (Fabrizio Bentivoglio), 50 anni e una compagna che potrebbe essere sua figlia (Pilar Fogliati), che tira fino alle 4 del mattino in discoteca, con grande fatica, e si invaghisce quasi paradossalmente di una sua coetanea più tranquilla e fisicamente gestibile (Lorenza Indovina), appassionata di vinili. Ci sono poi le “cougar” Sonia (Luisa Ranieri) e Angela (Sabrina Ferilli), la prima frequentatrice seriale di toy boy, la seconda fidanzata con un ventenne (Emanuel Caserio), ma in preda a forti dubbi. Infine, Franco (Teo Teocoli), sessantenne adrenalinico, sportivo e salutista, che di rinunciare alle maratone e fare il nonno (sua figlia è Claudia Zanella, suo genero Stefano Fresi) non ne vuole proprio sapere. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Brizzi sceglie di non fare alcun cenno alla chirurgia estetica nel suo film (scritto con Marco Martani ed Edoardo Falcone) e punta tutto sulla rappresentazione di uno stile di vita. Sorretto da battute centrate, duetti spassosi (in particolare quello tra Lillo e Nino Frassica, quest’ultimo nei panni di un prete direttore della fantomatica Radio Amen) e un buon ritmo, Forever Young non rinuncia poi all’effetto nostalgia – già sperimentato con successo nel primo campione d’incassi di Brizzi, Notte prima degli esami – puntando al cuore di chi era giovane negli anni ’80 e si emoziona riascoltando Bonnie Tyler e la sua “Total Eclipse of the Heart”, o gli Alphaville di “Forever Young”, da cui il titolo del film. Prodotta da Wildside, la pellicola è lanciata oggi da Medusa in 500 sale. 

L’altra uscita nazionale della settimana è Un nuovo giorno [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Stefano Calvagna, una sorta di The Danish Girl [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paco Delgado
scheda film
]
italiano, storia di un cambiamento di sesso interpretata da chi questo passo lo ha fatto davvero, ossia Sveva Cardinale (nome d'arte di Paola Catanzaro), alla cui vita il film s’ispira. Girato tra Roma e Bangkok, è la storia di Giulio, che fin da bambino sente di vivere in un corpo sbagliato. A 27 anni decide di operarsi, in una prestigiosa clinica in Thailandia. Ma una volta divenuto donna, ha una crisi d’identità che riuscirà a superare grazie al compagno e agli amici di sempre. Il film è prodotto e distribuito da Poker Entertainment, società del regista.

In uscita questo giovedì anche il britannico Weekend [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Andrew Haigh, finalmente nelle sale italiane – il titolo è del 2011 – dopo il successo di 45 anni [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Andrew Haigh
scheda film
]
dello stesso regista, seppur preceduto dal clamoroso giudizio della Commissione Nazionale Valutazione Film della Conferenza Episcopale Italiana, che ha etichettato il film come “sconsigliato” e “scabroso”; lo distribuisce Teodora. Il panorama delle novità della settimana è completato da Ave, Cesare! [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
dei fratelli Coen (Universal) e dal terzo capitolo della saga fantascientifica The Divergent Series: Allegiant, uscito già ieri, mercoledì 9, con Eagle Pictures.

Gijon_Home
Odessa site
Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss