The Nile Hilton Incident (2017)
The Party (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Verano 1993 (2017)
Tom of Finland (2017)
Barrage (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BOX OFFICE Regno Unito

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il "made in UK" incassa 9,4 miliardi di dollari all’estero

di 

- La quota di mercato dei film britannici al box-office mondiale ammonta al 26% nel 2015, ossia il 13% in più del 2014

Il "made in UK" incassa 9,4 miliardi di dollari all’estero
Shaun, vita da pecora di Richard Starzak e Mark Burton

Dai risultati pubblicati dal British Film Institute (BFI), i film prodotti nel Regno Unito hanno apportato 9,4 miliardi di dollari al box-office mondiale nel 2015, per una quota di mercato del 26% all’estero e una crescita del 13% rispetto al 2014. Queste cifre tengono conto anche di una serie di blockbuster americani come Avengers: Age of Ultron e Star Wars - Il risveglio della forza, girati parzialmente in studios britannici.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Anche senza queste produzioni hollywoodiane, le cifre del cinema britannico indipendente restano impressionanti. Paddington [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
ha fruttato 112 milioni di dollari, la maggior parte dei quali generati negli Stati Uniti e in Canada; se vi si aggiungono i proventi della sua distribuzione in altri paesi nel 2014, il film ha totalizzato 249 milioni di dollari. Shaun, vita da pecora [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
ha invece registrato 103 milioni di dollari, seguito da The Imitation Game [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
e i suoi 102 milioni di dollari all’estero. Tra i film usciti di recente spiccano Brooklyn [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, che ha generato 45 milioni di dollari, e Legend [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
, che ha registrato 39 milioni. I 10 film britannici più popolari hanno realizzato un totale di 679 milioni di dollari nel mondo.

La quota di mercato dei film britannici indipendenti ammonta al 3,2% negli Stati Uniti e in Canada, contro il 6,6% in Portogallo, 5,5% nei Paesi Bassi, 3,4% in Germania, 3,1% in Francia e 2,4% in Russia. La cifra raggiunge il 6,5% in Australia, ma è in Nuova Zelanda che risulta più alta rispetto a tutti paesi presentati in questo studio, con una quota di mercato del 9,2%.

Amanda Nevill, PDG del BFI, ha dichiarato: “I risultati al box-office internazionale mettono ancora una volta in evidenza il favoloso talento dei professionisti britannici e il ruolo cruciale delle nostre infrastrutture per le riprese, che permettono al Regno Unito di produrre film che sono poi visti in tutto il mondo”.

(Tradotto dall'inglese)

Emilia Romagna_site IT
Odessa site
Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss