Home (2016)
El bar (2017)
Sage Femme (2017)
The Fixer (2016)
The Giant (2016)
Fiore (2016)
Brimstone (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CANNES 2016 Premi

email print share on facebook share on twitter share on google+

Olivier Assayas finalmente premiato a Cannes

di 

- CANNES 2016: Il regista vince il premio alla regia con Personal Shopper. Si sono inoltre distinte diverse co-produzioni francesi

Olivier Assayas finalmente premiato a Cannes
Olivier Assayas, con il suo premio alla regia (© C. Duchêne / Festival di Cannes)

Vincendo con Personal Shopper [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Artemio Benki
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
il premio alla regia del 69° Festival di Cannes, Olivier Assayas è stato finalmente premiato personalmente per la sua quinta apparizione nella competizione dopo Les destinées sentimentales (2000), Demonlover [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2002), Clean [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(premio alla miglior attrice nel 2004) e Sils Maria [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Charles Gillibert
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
(2014). Personal Shopper è stato prodotto da Charles Gillibert per CG Cinéma, co-prodotto da Arte France Cinéma, la tedesca Detail Film, la belga Scope Invest e la ceca Sirena Film. Pre-acquistato da Canal+, il film sarà distribuito in Francia da Les Films du Losange il 19 ottobre e le vendite internazionali sono affidate a MK2.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La Francia è ben rappresentata al palmarès dal suo coinvolgimento in quattro film firmati da registi britannici, rumeni, iraniani e canadesi.

La Palma d'Oro 2016, I, Daniel Blake [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell'inglese Ken Loach, è stato prodotto al 25% dalla Francia tramite Why Not Productions con il Regno Unito (65%) e il Belgio (10%). Co-prodotto da France 2 Cinéma e pre-acquistato da Canal+ e Ciné+, il film sarà distribuito in Francia da Le Pacte e venduto da Wild Bunch.

Why Not alla co-produzione, Le Pacte alla distribuzione francese e Wild Bunch alle vendite internazionali sono anche associati al rumeno Cristian Mungiu che ha vinto con Graduation [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Cristian Mungiu
scheda film
]
il premio alla regia in ex-aequo con il film di Olivier Assayas. Prodotto al 25% dalla Francia con la Romania al 65% e il Belgio al 10%, il film è stato anche co-prodotto da France 3 Cinéma con i pre-acquisti di Canal+ e Ciné+.

La Memento Films è inoltre molto ben posizionata al palmarès in quanto la società parigina di Alexandre Mallet-Guy ha prodotto, distribuirà in Francia il 2 novembre e vende a livello internazionale The Salesman [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell'iraniano Asghar Farhadi che si è aggiudicato il premio al miglior attore e quello alla miglior sceneggiatura.

It's Only The End Of The World [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del canadese Xavier Dolan, che si è aggiudicato il Grand Prix, è stato co-prodotto al 36% dalla Francia tramite MK2 e France 2 Cinéma, con i preacquisti di Canal+ e Ciné+. La distribuzione francese sarà gestita da Diaphana il 21 settembre.

Tanto di cappello anche alla giovane società Easy Tiger di Marc-Benoît Créancier per la Camera d'Oro vinta da Divines [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Houda Benyamina
scheda film
]
di Houda Benyamina. Co-prodotto da France 2 Cinéma e sostenuto dall'anticipo sugli incassi del CNC e dalle regioni Centro e Ile-de-France, il film sarà distribuito in Francia da Diaphana e venduto dalla società tedesca Films Boutique.

(Tradotto dal francese)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring