The Other Side of Hope (2017)
Félicité (2017)
Orpheline (2016)
La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Waldstille (2016)
Dall'altra parte (2016)
Paris La Blanche (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

ESERCENTI Europa

email print share on facebook share on twitter share on google+

"L'affluenza al cinema in tutta Europa è fiorente", dice la UNIC

di 

- L'Unione Internazionale dei Cinema ha presentato un'analisi dettagliata e positiva del settore cinematografico europeo

"L'affluenza al cinema in tutta Europa è fiorente", dice la UNIC
Il presidente dell'UNIC Phil Clapp

Secondo l'ultima Relazione Annuale dell'Unione Internazionale dei Cinema (UNIC), il 2015 è stato un anno record per i cinema in tutti i 36 territori rappresentati dall'organizzazione. Coprendo un mercato di 770 milioni di consumatori e 35 lingue diverse, gli ingressi in sala sono aumentati del 6% e gli incassi al botteghino del 12,5%. Nel 2015, i cinema dei territori della UNIC avevano registrato 1,26 miliardi di presenze e incassi al botteghino pari a €8.8 miliardi - il 24% del mercato globale delle sale per i film. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"L'affluenza al cinema in tutta Europa è fiorente," ha affermato il presidente della UNIC Phil Clapp. "Questa relazione celebra dei risultati incredibili di colleghi del settore e partner raggiunti durante il 2015." Tra qualche anno, è probabile che il consolidamento in corso nel settore continui, portando ulteriore crescita ed efficienza nei territori della UNIC. Allo stesso tempo, l'esistenza continua di una serie di cinema locali e indipendenti di grande successo in molti territori è completata da una produzione cinematografica locale dinamica, garantendo la resilienza dell'ecosistema del cinema europeo.

La Polonia è diventata uno dei mercati leader in Europa, con oltre 40 milioni di spettatori nel 2015 - un incremento del 10,6% rispetto all'anno precedente - nonché una significativa crescita al botteghino del 13,2%. Diversi altri Paesi dell'Europa centrale e orientale hanno registrato andamenti di mercato altrettanto positivi, in particolare Repubblica Ceca (botteghino +14,1%, presenze +11,7%) e Ungheria (botteghino +20,1%, presenze +18,4%). Mentre l'affluenza tra i giovani europei rimane forte - in particolare nei territori in crescita dell'Europa centrale e orientale - i mercati più maturi dell'Europa occidentale sono in aumento per via della sfida di costruire un nuovo pubblico con la sperimentazione di una serie di iniziative di audience-engagement in un momento in cui i consumatori hanno accesso ad una miriade di altre attività ricreative.

Il cinema digitale ha mantenuto la promessa di cambiare in modo sostanziale l'economia e il modello operativo del settore, portando alla creazione di un' "offerta" cinematografica più diversificata in Europa, caratterizzata da una maggiore flessibilità nella programmazione e che riflette i gusti del pubblico sempre più frammentati. La UNIC continuerà a monitorare queste tendenze e a sostenere i suoi membri tenendoli al passo con i molti interessanti sviluppi che influenzano l'industria del cinema quotidianamente. "Il nostro obiettivo principale è quello di contribuire a definire il quadro politico e giuridico in Europa in modo tale che i cinema di tutti i tipi e dimensioni rimangano in grado di prosperare," ha riassunto Clapp. "Non vediamo l'ora di lavorare con i colleghi del settore e i responsabili delle politiche europee mentre la UNIC sviluppa ulteriormente le sue attività per il prossimo anno."

(Tradotto dall'inglese)

Bridging the Dragon
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

CASI HECHO Home