La ragazza senza nome (2016)
Un padre, una figlia (2016)
María (y los demás) (2016)
United States of Love (2016)
Waves (2016)
Il più grande sogno (2016)
American Honey (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

TORONTO 2016 Paesi Bassi

email print share on facebook share on twitter share on google+

Martin Koolhoven e Mijke de Jong tornano a Toronto

di 

- La selezione di film olandesi per il festival canadese comprende un totale di dieci film, di cui cinque sono co-produzioni a minoranza olandese

Martin Koolhoven e Mijke de Jong tornano a Toronto
Layla M. di Mijke de Jong

Quattro lungometraggi olandesi, un cortometraggio e cinque co-produzioni a minoranza olandese sono stati selezionati per il Festival Internazionale del Cinema di Toronto (TIFF), la manifestezione cinematografica nordamericana più prestigiosa. La 41ma edizione si apre oggi e si conclude il 18 settembre.

Il regista Martin Koolhoven è volato al TIFF direttamente dalla Mostra di Venezia, dove il suo ultimo film, Brimstone [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Martin Koolhoven
scheda film
]
, è stato presentato in concorso. Brimstone, attualmente incluso nella sezione Special Presentations del festival canadese, è un thriller d’azione diviso in quattro capitoli, che racconta la storia di una giovane donna e della sua famiglia, la cui vita è stata sconvolta dall’arrivo in città di un diabolico pastore. La società olandese N279 Entertainment e la tedesca X-Filme Creative Pool hanno lavorato insieme per coprodurre questo dramma in lingua inglese, le cui vendite internazionali sono garantite dalla Embankment Films. Non è la prima volta che Koolhoven partecipa a Toronto, era infatti stato selezionato nel 2008 con il suo film per ragazzi Winter in Wartime [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Layla M. [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, il nuovo fildi Mijke de Jong, un altro habitué del TIFF, sarà presentato nella sezione Platform. Il film ruota intorno alla figura di una ragazza olandese di origini marocchine che si unisce a un gruppo di estremisti islamici, una storia molto simile a quelle spesso riportate dai media negli ultimi anni. Il film è stato prodotto dalla Topkapi Films e le vendite internazionali sono assicurate dalla Beta Cinema. Layla M. è il quinto film di Jong a essere selezionato per il festival canadese, l’ultimo era stato Frailer nel 2014.

Bezness as Usual [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alex Pitstra, sarà proiettato nella sezione del TIFF dedicata ai documentari. Il regista mette in scena le aspettative disattese che lo legano a un padre tunisino assente e la relazione con la madre olandese. Questa produzione della de Selfmade Films ha partecipato anche al Festival di Locarno.

The Day My Father Became a Bush [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
avrà la sua anteprima mondiale nella sezione TIFF Kids. Il film di Nicole van Kilsdonk racconta la storia di una ragazzina costretta a partire a causa della guerra che è scoppiata nel suo paese. E' prodotto dalla Lemming Film e le vendite internazionali sono gestite dalla Beta Cinema.

Import, il cortometraggio di Ena Sendijarevic, prodotto dalla Pupkin Film sarà presente nella sezione dedicata ai corti.

La selezione olandese per Toronto si completa con cinque co-produzioni in cui l’Olanda è socio minoritario: La Communauté [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Thomas Vinterberg
scheda film
]
di Thomas Vinterberg (Special Presentations), Blessed Benefit di Mahmoud Al Massad (Discovery), White Sun [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Deepak Rauniyar (Contemporary World Cinema), By the Time It Gets Dark [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Anocha SuwichakornpongAyhan and Me di Belit Sağ entrambi nella sezione Wavelength (destinata a film visionari e sperimentali).

(Tradotto dall'inglese)

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs