Un padre, una figlia (2016)
Toni Erdmann (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
Fuocoammare (2016)
The Happiest Day in the Life of Olli Mäki (2016)
Park (2016)
Waves (2016)

FESTIVAL Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Lumière: atto 8° per il Grand Lyon Film Festival

di 

- Quentin Tarantino, Park Chan-wook, Catherine Deneuve, Nicholas Winding Refn, Paolo Sorrentino e tanti altri ospiti per festeggiare la storia del cinema

Lumière: atto 8° per il Grand Lyon Film Festival

Riuscire a fare di una manifestazione dedicata al patrimonio cinematografico un evento tanto popolare con proiezioni sovraffollate, attività introdotte da una moltitudine di artisti (quasi 200!) tra cui i grandi nomi del cinema mondiale, e poi prestigiose masterclass e un Mercato del Film Classico per i professionisti: è quello che è riuscito a fare in otto anni il capitano dell’operazione, Thierry Frémaux, con il Festival Lumière la cui ottava edizione (dall’8 al 16 ottobre 2016, due giorni in più rispetto agli anni precedenti) partirà domani a Lione alla presenza di Quentin Tarantino, che verrà a presentare il film d’apertura (Butch Cassidy). 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Ospite a sorpresa, il cineasta americano è solo uno dei tanti protagonisti della settima arte contemporanea che giungeranno a Lione per festeggiare la storia del cinema e mettere in risalto le opere del passato, con 180 film per un programma di 390 proiezioni. In cima alla lista troviamo Catherine Deneuve (che riceverà il Premio Lumière 2016, succedendo a Clint Eastwood, Milos Forman, Gérard Depardieu, Ken Loach, Quentin Tarantino, Pedro Almodovar e Martin Scorsese), la star cinese Gong Li, il maestro coreano Park Chan-wook, il suo collega americano Walter Hill, l'enfant terrible del cinema francese Gaspar Noé e lo sceneggiatore Jean-Loup Dabadie, che terranno delle masterclass e vedranno proiettata una selezione dei loro film. Altre masterclass in programma saranno condotte da Quentin Tarantino, dall’attrice francese Sandrine Kiberlain, dal compositore francese Bruno Coulais e dal produttore britannico Jeremy Thomas

Tra gli ospiti del Festival Lumière 2016 spiccano inoltre il danese Nicolas Winding Refn (che presenterà Bleeder), l'americano Jerry Schatzberg (Panico a Needle Park) e Nicole Garcia (Place Vendôme). L'italiano Paolo Sorrentino sarà presente in proiezione speciale con i primi due episodi della sua serie TV The Young Pope, mentre Vincent Lindon presenterà tre film di Marcel Carné (nell’ambito di una retrospettiva che vedrà l’intervento di Jean-Pierre Jeunet). Sono da citare anche Anna Karina (per Alphaville di Jean-Luc Godard), Emmanuel Bercot (Lo specchio della vita di Douglas Sirk), Philippe Garrel (per il suo film Il vento della notte), Costa Gavras (per i suoi primi due lungometraggi, Vagone letto per assassini e Il 13° uomo, invisibili da 25 anni e restaurati per i suoi 50 anni di carriera), Jerzy Skolimowski (per Love Story), Virginie Efira (per Ci eravamo tanto amati di Ettore Scola), Julie Bertuccelli (per Dracula di Tod Browning) e Rebecca Zlotowski (per Miami Vice di Michael Mann), senza dimenticare Agnès Varda, Marisa Paredes, Lambert Wilson, Jean-Paul Salomé, Eric Lartigau, Christophe Honoré, Alexandra Maria Lara, Aurore Clément, Ab Al Malick, Philippe Le Guay, Jean-Paul Rappeneau, Clotilde Courau, Régis Wargnier, Anne Consigny, Jean Becker, Nils Schneider, Hippolyte Girardot, Jérôme Bonnell, Lolita Chammah, Abd al Malik, Gilles Marchand, Dominique Blanc, Elsa Zylberstein, Alberto Barbera (direttore artistico della Mostra di Venezia), Gian Luca Farinelli (direttore della Cineteca di Bologna), Emmanuelle Béart e l’infaticabile Bertrand Tavernier (con il suo Voyage à travers le cinéma français [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
).

Riscoperta delle commedie dell’italiano Antonio Pietrangeli, programma Buster Keaton, omaggio a Dorothy Arzner (la prima donna regista ammessa a Hollywood), esplorazione dei "mostri Universal" degli anni 30-40 (vampiri, mummie, lupi mannari, ecc.), cine-concerti, selezione di film del 1970 scelti da Tarantino, sezioni "sublimi momenti del muto", "tesori degli archivi" e "nuovi restauri": il Festival Lumière 2016 farà brillare il passato del cinema di mille luci. Un passato interessante anche per i professionisti del presente, con la finestra industry e la quarta edizione del Mercato del Film Classico (dal 12 al 14 ottobre) che farà il punto sull’esercizio dei film del patrimonio e ne analizzerà la promozione, il marketing e la comunicazione, oltre a svelare le line-up 2017 dei distributori (in particolare Carlotta, Eye International, Gaumont, Les Acacias, Lost Films, Malavida, Pathé, Potemkine, Splendor e Tamasa Distribution).

(Tradotto dal francese)

Seneca's Day Lithuania
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Home Sweet Home