The Square (2017)
The Erlprince (2016)
Grain (2017)
A Gentle Creature (2017)
Scary Mother (2017)
120 battements par minute (2017)
Western (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Romania

email print share on facebook share on twitter share on google+

Florin Şerban è in post-produzione con il suo terzo film, Balcanic 1: Dog

di 

- La storia dei tre personaggi è ambientata nella Romania degli anni '30

Florin Şerban è in post-produzione con il suo terzo film, Balcanic 1: Dog
Florin Şerban sul set di Balcanic 1: Dog (© Piotr Michalski)

Dopo If I Want to Whistle, I Whistle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 (2010), premiato alla Berlinale, e Box [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 (2015), Florin Şerban è attualmente in post-produzione con il suo terzo lungometraggio, Balcanic 1: Dog. Il film è prodotto da Fantascope Films, in co-produzione con le società di produzione polacche Harine Films, Film District e Non Stop Film Service. Şerban, Oana Iancu e Florentina Onea sono i produttori rumeni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La storia è ambientata negli anni '30, da qualche parte sulle montagne rumene. È incentrata su Simion, un ranger che vive come un eremita nel mezzo della foresta. Un giorno, si imbatte in una donna malconcia, Irina, e cerca di scoprire chi le ha fatto del male. Tenta anche di stare lontano da lei, ma non riesce. I personaggi principali sono interpretati da Valeriu Andriuţă e Cosmina Stratan, che collaborano nuovamente dopo esser stati protagonisti in Oltre Le Colline [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Cristian Mungiu
intervista: Cristian Mungiu
intervista: Cristian Mungiu
scheda film
]
di Cristian MungiuFlorin Hriţcu, Mihaela Măcelaru e Vitalie Bantaş hanno parti più piccole nel film. Il direttore della fotografia è Marcin Koszalka.

Il film è attualmente in post-produzione e Şerban è sia sceneggiatore che responsabile del montaggio. Il regista descrive il progetto come un "film su tre personaggi: lui, lei e il cane che la protegge". Şerban dice che girare in una location isolata, con un team ristretto e gli animali sul set, ha reso l'esperienza abbastanza difficile, e non vuole ripeterla mai più. "Non rifarei questo film. Se non avessi avuto questi attori, questi modelli di stoicismo e dedizione, mi sarei trovato in un'impasse".

La produttrice Oana Iancu menziona anche le difficoltà incontrate durante la produzione. "La nostra sfida principale era quella di resistere a scendere a compromessi artistici, nonostante le limitazioni causate dalla natura della produzione", dice.

L'uscita nazionale del film è prevista per il prossimo anno.

(Tradotto dall'inglese)

Sarajevo Report
Locarno Report
Midpoint Feature
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss