Django (2017)
La tenerezza (2017)
The Divine Order di Petra Volpe
Lady Macbeth (2016)
Riparare i viventi (2016)
Suntan (2016)
La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Europa/Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il FEI garantisce 30 M€ di prestiti alle industrie creative francesi

di 

- Il Fondo Europeo d’Investimento ha firmato un nuovo contratto di garanzia con Bpifrance per l’attuazione di un programma di Prestito alle Industrie Creative

Il FEI garantisce 30 M€ di prestiti alle industrie creative francesi

Il Fondo Europeo d’Investimento (FEI) ha firmato il 1° febbraio un nuovo contratto di garanzia con la banca pubblica d’investimento Bpifrance per l’attuazione di un programma di Prestito alle Industrie Creative.

Si tratta del secondo partenariato concretizzatosi nell’ambito del meccanismo di garanzia del programma Europa Creativa, dopo quello annunciato in Spagna il 23 gennaio scorso (leggi la news). La garanzia del FEI permetterà a Bpifrance, filiale della Cassa dei Depositi e dello Stato, di finanziare, nei prossimi due anni, 200 imprese attraverso un importo di 30 M€ supplementari per rispondere ai bisogni delle imprese del settore creativo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questo “Prestito alle Industrie Creative” dovrebbe essere avviato da qui a giugno 2017 attraverso i 47 uffici regionali di cui dispone Bpifrance e si appoggerà a un partenariato con l’IFCIC (Istituto per il Finanziamento del Cinema e delle Industrie Culturali) la cui esperienza nel campo è riconosciuta (è stato l’operatore del fondo di garanzia MEDIA per la produzione dal 2010 al 2013).

Destinato alle PMI di almeno tre anni, il prestito di Bpifrance risponderà a delle caratteristiche ben precise: prestito senza garanzia sull’impresa o il suo dirigente, finanziamento compreso tra 50.000 € e 400.000 € all’anno, con un importo massimo pari al capitale sociale della società in questione, per un periodo di sette anni, con due anni di preammortamento, e il 50% di cofinanziamento obbligatorio da parte delle banche, mediante fondi propri o il crowdfunding.

 "L’iniziativa europea a favore delle industrie creative offre una grande opportunità alle PMI francesi del settore", commenta il suo direttore generale Nicolas Dufourcq. "La garanzia del FEI sarà l’occasione, con i nostri partner, in particolare l’IFCIC, di finanziare meglio le imprese di questo segmento di mercato e completerà naturalmentee l’azione con fondi propri di Bpifrance per il French Touch".

Sotto questo appellativo, il settore culturale e creativo vale 104 miliardi di euro, raggruppa 500.000 imprese e rappresenta 1,7 milioni di posti di lavoro, secondo le stime di Bpifrance. Nel 2015, attraverso diversi dispositivi di garanzia, di finanziamento o di intervento con capitale, Bpifrance ha accompagnato 8000 imprese del settore per un totale di 1,3 milliardi di euro, di cui 540 milioni per la moda e il lusso.

Il 23 gennaio scorso, il FEI aveva firmato un accordo di garanzia simile con la CERSA (Compañía Española de Reafianzamiento) in Spagna, volto a coprire prestiti alle PMI fino a 150 M€. Lanciato lo scorso giugno dal FEI, il meccanismo di garanzia Europa Creativa dispone di un budget di 121 milioni di euro e dovrebbe essere in grado di garantire fino a 600 M€ di crediti.

(Tradotto dal francese)

WBI Visions du Réel 1
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring