On Body and Soul (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
The Square (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
Handia (2017)
Valley of Shadows (2017)
Spoor (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Francia/Germania

email print share on facebook share on twitter share on google+

Riprese a breve per Maya di Mia Hansen-Løve

di 

- Nel cast, Roman Kolinka, Aarshi Banerjee, Alex Descas, Judith Chemla e Johanna Ter Steege. Una produzione Les Film Pelléas venduta da Orange Studio

Riprese a breve per Maya di Mia Hansen-Løve
La regista Mia Hansen-Løve

Cominciano a metà ottobre le riprese di Maya, il sesto lungometraggio di Mia Hansen-Løve dopo Tout est pardonné [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: David Thion
intervista: Mia Hansen-Löve
scheda film
]
(Quinzaine des réalisateurs 2007), Il padre dei miei figli [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Mia Hansen-Løve
scheda film
]
(premio speciale della giuria Un Certain Regard a Cannes nel 2009), Un amore di gioventù [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Mia Hansen-Love
scheda film
]
(menzione speciale a Locarno nel 2011), Eden [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Charles Gillibert
intervista: Mia Hansen-Løve
scheda film
]
(in competizione a San Sebastian nel 2014) e L’Avenir [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Mia Hansen-Løve
scheda film
]
(Orso d’argento del miglior regista a Berlino nel 2016).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nel cast figurano Roman Kolinka (che ritrova la cineasta dopo Eden e L’Avenir), l’indiana Aarshi Banerjee, Alex Descas (che ha recitato in sette film di Claire Denis tra cui 35 rhums [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Un beau soleil intérieur [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), Judith Chemla (nominata al César 2017 della miglior attrice per Una vita [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Stéphane Brizé
scheda film
]
e a quello del miglior ruolo secondario nel 2013 per Camille redouble [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e l’olandese Johanna ter Steege (J’entends plus la guitare, Last Conversation).

Scritta dalla regista, la sceneggiatura è centrata su un giovane uomo, fotografo di guerra da poco liberato dopo una prigionia di diversi mesi in Siria. Di ritorno a Parigi, sua città natale, tenta senza successo di riprendere il corso normale della sua esistenza. Decide quindi di partire per l’India, dove vive sua madre, per ricostruire se stesso. Lì incontra una giovane indiana di 17 anni che diventa sempre più importante per lui. Settimana dopo settimana, cerca di dare un nuovo senso alla sua vita…

Prodotto da Philippe Martin e David Thion per Les Films Pelléas, Maya beneficia delle coproduzioni di Arte France Cinéma, Orange Studio, O / Dauphin Films, Pio & Co e dei tedeschi di Razor Film. Pre-acquistato da Canal+ e Ciné+ in Francia, e da ZDF in Germania, il lungometraggio è anche sostenuto dal CNC e il FFA attraverso il mini-trattato franco-tedesco di coproduzione, da CN6 e da Cinemage 12. Le nove settimane di riprese si svolgeranno da metà ottobre a fine dicembre in India, Francia e Giordania con Hélène Louvart alla direzione della fotografia. La distribuzione in Francia sarà garantita da Les Films du Losange e in Germania da Weltkino Film. Le vendite internazionali sono guidate da Orange Studio.

Ricordiamo che Les Films Pelléas, che ha presentato a Cannes En attendant les hirondelles [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Karim Moussaoui
scheda film
]
di Karim Moussaoui (esce in Francia l’8 novembre) e a Locarno Madame Hyde [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Serge Bozon
scheda film
]
di Serge Bozon (esce il 28 marzo 2018), ha attualmente in post-produzione Remise de peine di Pierre Salvadori (leggi l’articolo) e Sorry Angel di Christophe Honoré (articolo).

(Tradotto dal francese)

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss