email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

EUROPEAN FILM AWARDS 2021

Gli European Film Awards annunciano i loro primi vincitori

di 

- Great Freedom, Unclenching the Fists, Natural Light, Titane, The Innocents, Lamb e Ammonite si aggiudicano i premi per l'eccellenza tecnica

Gli European Film Awards annunciano i loro primi vincitori
Great Freedom de Sebastian Meise

La European Film Academy ha annunciato i primi otto vincitori che saranno premiati agli European Film Awards di quest’anno. Una giuria speciale di otto membri si è riunita a Berlino e, sulla base della lista di Selezione dei lungometraggi, ha decretato i vincitori per le categorie fotografia, montaggio, scenografia, costumi, trucco e acconciatura, colonna sonora originale, suono ed effetti visivi. I membri della giuria erano: la direttrice della fotografia danese Camilla Hjelm, il VFX supervisor britannico Matt Kasmir, la montatrice serba Jelena Maksimovic, la costumista italiana Ursula Patzak, la sound designer francese Célia Sayaphoum, lo scenografo tedesco Francis "Kiko" Soeder, il compositore turco Başar Ünder e il make-up artist olandese Leendert van Nimwegen.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La lista dei film premiati è capitanata da Great Freedom [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sebastian Meise
scheda film
]
di Sebastian Meise, uno dei fenomeni dell'anno dopo la sua prima mondiale nella sezione Un Certain Regard di Cannes, e già vincitore principale di altri festival cinematografici come Sarajevo e Siviglia. La direttrice della fotografia Crystel Fournier e i compositori Nils Petter Molvær e Peter Brötzmann si sono aggiudicati i premi nei rispettivi campi. La motivazione del premio per il primo mette in evidenza come "la fotografia in Great Freedom trascina lo spettatore in prossimità della cella di prigione, ma suggerendo l'apertura e la libertà della mente", mentre quella per il secondo sottolinea che "la partitura scarna e audace di Great Freedom ti porta nei decenni, nei luoghi e ai margini di una rara esperienza cinematografica che si interfaccia con la sua musica. È una celebrazione elegante ma stimolante della libera improvvisazione e dell'insurrezione; jazz, resilienza e solidarietà".

Curiosamente, i film presentati in anteprima nella sezione Un Certain Regard di quest'anno costituiscono la maggior parte della lista dei vincitori. Il principale vincitore della sezione, Unclenching the Fists [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Kira Kovalenko, ha ricevuto il premio europeo per il montaggio per il lavoro di Mukharam Kabulova ("il montaggio funziona come un vero contributo alla veridicità del film"), mentre le punte di diamante della sezione The Innocents [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Eskil Vogt
scheda film
]
, diretto da Eskil Vogt, e Lamb [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Valdimar Jóhannsson
scheda film
]
, diretto da Valdimar Jóhannsson (vincitore del Premio per l'originalità a Cannes e vincitore principale del recente Festival di Sitges), ha ricevuto il premio europeo per il suono per il lavoro di Gisle Tveito e Gustaf Berger, e quello per gli effetti visivi per il lavoro di Peter Hjorth e Fredrik Nord.

Un altro successo di Cannes, Titane [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Julia Ducournau, Vincent L…
scheda film
]
, vincitore della Palma d'Oro, diretto da Julia Ducournau e anche uno dei film più nominati nelle principali categorie dei premi (leggi la news), è stato premiato nella categoria Trucco e acconciatura, con il titolo aggiudicato a Flore Masson, Olivier Afonso e Antoine Mancini. Da un'altra parte, un film etichettato Cannes 2020 (assente dalle candidature ai premi principali), Ammonite [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Francis Lee, ha visto il costumista Michael O'Connor premiato nella sua categoria.

Infine, il vincitore del premio per la miglior regia della Berlinale di quest'anno, il dramma sulla Seconda guerra mondiale di Dénes Nagy, Natural Light [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dénes Nagy
scheda film
]
, celebra la vittoria nella categoria della scenografia europea per il lavoro di Márton Ágh.

Come di consueto, gli altri vincitori saranno svelati durante la cerimonia di premiazione, che si terrà l'11 dicembre a Berlino, e che Cineuropa coprirà e trasmetterà in live streaming.

I film premiati:

Fotografia europea
Crystel Fournier - Great Freedom [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sebastian Meise
scheda film
]
(Austria/Germania)

Montaggio europeo
Mukharam Kabulova - Unclenching the Fists [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(Russia)

Scenografia europea
Márton Ágh - Natural Light [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dénes Nagy
scheda film
]
(Ungheria/Lettonia/Germania/Francia)

Costumi europei
Michael O'Connor - Ammonite [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 (Regno Unito/Stati Uniti/Australia)

Trucco e acconciatura europei
Flore Masson, Olivier Afonso & Antoine Mancini - Titane [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Julia Ducournau, Vincent L…
scheda film
]
(Francia)

Colonna sonora originale europea
Nils Petter Molvær & Peter Brötzmann - Great Freedom

Suono europeo
Gisle Tveito & Gustaf Berger - The Innocents [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Eskil Vogt
scheda film
]
(Norvegia/Svezia/Danimarca/Finlandia/Francia/Regno Unito)

Effetti visivi europei
Peter Hjorth & Fredrik Nord - Lamb [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Valdimar Jóhannsson
scheda film
]
 (Islanda/Svezia/Polonia)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy