email print share on Facebook share on Twitter share on LinkedIn share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2024

Diciannove film in corsa per la Palma d’Oro di Cannes

di 

- Il concorso presenta alcune sorprese e una line-up molto eclettica, con due ex vincitori, altri 11 registi che sono già stati in gara e sei nuovi partecipanti

Diciannove film in corsa per la Palma d’Oro di Cannes
Emilia Perez di Jacques Audiard

Il ritorno in concorso di un regista leggendario, che quest'anno festeggia il 50mo anniversario della sua prima Palma d'Oro, una squadra di grandi nomi del cinema mondiale e diverse nuove star: al termine di una volata sul tratto finale particolarmente vivace nel dietro le quinte della Selezione Ufficiale del 77mo Festival di Cannes (14-25 maggio), con alcune eccezionali sorprese in serbo, il delegato generale Thierry Frémaux (affiancato dalla presidente Iris Knobloch) ha rivelato le sue scelte questo pomeriggio a Parigi, e la line-up non manca di magia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L'attraente ed eclettico programma di Cannes 2024 comprende attualmente 19 lungometraggi in concorso. Tra questi, due ex vincitori: l'americano Francis Ford Coppola con Megalopolis (quarta volta in concorso per lui, Palma d'Oro nel 1974 per La conversazione e nel 1979 per Apocalypse Now) e il francese Jacques Audiard con Emilia Perez [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 (sesta volta in concorso, Palma d'Oro nel 2015 per Dheepan [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Jacques Audiard
scheda film
]
, Grand Prix nel 2009 e premio per la sceneggiatura nel 1996).

Ci sono anche otto concorrenti molto noti grazie ai massimi riconoscimenti ottenuti a Cannes: il canadese David Cronenberg (settima partecipazione, Premio Speciale della Giuria nel 1996) con The Shrouds [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, l'italiano Paolo Sorrentino (settima partecipazione anche lui, Premio della Giuria nel 2008 e ora ritorna per la prima volta dal 2015) con Parthenope [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, il cinese Jia Zhangke (sesta partecipazione - Premio per la sceneggiatura nel 2013) con Caught by the Tides, l'inglese Andrea Arnold (quarta partecipazione - tre volte Premio della Giuria) con Bird [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
, il russo Kirill Serebrennikov (questa è la quarta volta dopo il 2018, il 2021 e il 2022) con Limonov: The Ballad [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
, il greco Yorgos Lanthimos (terza volta - Premio della Giuria nel 2015 e Premio per la sceneggiatura nel 2017, Leone d'Oro lo scorso anno a Venezia) con Kinds of Kindness [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, il francese Christophe Honoré (3a partecipazione) con Marcello Mio [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, omaggio a Mastroianni, e l'americano Paul Schrader (terza partecipazione dopo il 1985 e il 1988) con Oh Canada.

Tre registi faranno la loro seconda apparizione in concorso: la danese di origine iraniana Ali Abbassi (che ha vinto il premio per la migliore attrice nel 2022) con il film americano The Apprentice [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
, che segue i primi anni di Donald Trump, il brasiliano Karim Aïnouz (che torna per il secondo anno consecutivo e ha vinto Un Certain Regard nel 2019) con Motel Destino [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e l'americano Sean Baker con Anora.

Sei esordienti completano la line-up di coloro che vanno a caccia della Palma: Il portoghese Miguel Gomes (i cui cinque film sono già stati presentati alla Quinzaine) con Grand Tour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Marta Donzelli, Gregorio P…
intervista: Miguel Gomes
scheda film
]
, lo svedese Magnus von Horn (rivelatosi alla Quinzaine nel 2015 e inserito nella Selezione Ufficiale 2020) con The Girl with the Needle [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Magnus von Horn
scheda film
]
, l'indiana Payal Kapadia con All We Imagine as Light [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(il suo primo lungometraggio dopo il documentario A Night of Knowing Nothing [+leggi anche:
recensione
intervista: Payal Kapadia
scheda film
]
, selezionato alla Quinzaine nel 2021 e premiato con l'Oeil d'or per il miglior documentario) e i francesi Coralie Fargeat (rivelatasi con Revenge [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Coralie Fargeat
scheda film
]
e ora al debutto con un film di genere americano) con The Substance [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Gilles Lellouche (selezionato fuori concorso nel 2018) con L'amour ouf [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
e Agathe Riedinger con il suo primo lungometraggio, Diamant Brut [+leggi anche:
recensione
intervista: Agathe Riedinger
scheda film
]
.

Dal punto di vista geo-cinematografico, l'Europa domina il concorso 2024, con 12 registi in lizza per la Palma d'Oro: cinque francesi (Audiard, Honoré, Fargeat, Lellouche, Riedinger), un inglese (Arnold), un italiano (Sorrentino), un greco (Lanthimos), un portoghese (Gomes), un danese (Abassi, che però è di origine iraniana), uno svedese (von Horn) e un russo (Serebrennikov). Il Nord America ha quattro rappresentanti (Coppola, Cronenberg, Baker e Schrader), l'Asia due (Zhangke e Kapadia), il Sud America uno (Aïnouz) mentre l'Africa è assente quest'anno. Infine, per il momento sono solo tre le registe donne in concorso (cosa che sicuramente susciterà reazioni), ma qualche dettaglio in più deve ancora arrivare, così come la composizione della giuria presieduta da Greta Gerwig (leggi l’articolo).

Alla sua quarta edizione, il programma di Cannes Première presenterà titoli del cambogiano Rithy Panh (il film di finzione Rendez-vous avec Pol Pot [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), del marocchino Nabil Ayouch (Everybody Loves Touda [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e dei francesi Alain Guiraudie (Miséricorde [+leggi anche:
recensione
intervista: Alain Guiraudie
scheda film
]
), Emmanuel Courcol (En fanfare [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Emmanuel Courcol
scheda film
]
), Arnaud e Jean-Marie Larrieu (Le Roman de Jim [+leggi anche:
recensione
intervista: Arnaud e Jean-Marie Larrieu
scheda film
]
) e Leos Carax (il mediometraggio C'est pas moi).

La sezione fuori concorso è ricca di film evento, con l'apertura del già annunciato Le Deuxième Acte [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Quentin Dupieux (vedi l’articolo), Furiosa: a Mad Max saga di George Miller (leggi la news) e la prima parte di Horizon, An American Saga di Kevin Costner, oltre ai lungometraggi dei canadesi Evan Johnson, Galen Johnson e Guy Maddin (Rumours [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
, con Cate Blanchett e Alicia Vikander nel cast) e del cinese Peter Chan.

Saranno della partita anche i 15 film di Un Certain Regard (articolo a seguire), le Proiezioni speciali, con i documentari dell'ucraino Sergeï Loznitsa, delle francesi Claire Simon e Yolande Zauberman e dell'haitiano Raoul Peck, oltre a un film drammatico del francese Daniel Auteuil, e Proiezioni di mezzanotte con lungometraggi provenienti da Hong Kong, Corea del Sud, Australia e Francia (di Noémie Merlant).

Ci sarà anche un nuovo concorso immersivo con otto film selezionati. E per finire, durante la cerimonia di chiusura verrà assegnata la Palma d'Oro onoraria alla carriera a George Lucas.

La lista dei film selezionati:

Concorso

The Apprentice [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Ali Abbasi (Canada/Danimarca/Irlanda)
Motel Destino [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Karim Aïnouz (Brasile/Francia/Germania)
Bird [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Andrea Arnold (Regno Unito/Francia)
Emilia Perez [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Jacques Audiard (Francia)
Anora - Sean Baker (Stati Uniti)
Megalopolis - Francis Ford Coppola (Stati Uniti)
The Shrouds [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- David Cronenberg (Francia/Canada)
The Substance [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Coralie Fargeat (Regno Unito/Stati Uniti/Francia)
Grand Tour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Marta Donzelli, Gregorio P…
intervista: Miguel Gomes
scheda film
]
- Miguel Gomes (Portogallo/Italia/Francia/Germania/Giappone/Cina)
Marcello Mio [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Christophe Honoré (Francia/Italia)
Caught by the Tides - Jia Zhang-Ke (Cina)
All We Imagine as Light [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Payal Kapadia (Francia/India/Paesi Bassi/Lussemburgo/Italia)
Kinds of Kindness [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Yorgos Lanthimos (Irlanda/Regno Unito/Stati Uniti)
L'amour ouf [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Gilles Lellouche (Francia)
Diamant Brut [+leggi anche:
recensione
intervista: Agathe Riedinger
scheda film
]
- Agathe Riedinger (Francia)
Oh Canada - Paul Schrader (Stati Uniti)
Limonov: The Ballad [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Kirill Serebrennikov (Italia/Francia/Spagna)
Parthenope [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Paolo Sorrentino (Italia/Francia)
The Girl with the Needle [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Magnus von Horn
scheda film
]
- Magnus von Horn (Danimarca/Polonia/Svezia)

Cannes Première

Everybody Loves Touda [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Nabil Ayouch (Marocco/Francia/Belgio/Danimarca/Paesi Bassi/Norvegia)
C'est pas moi - Leos Carax (Francia) (mediometraggio)
En fanfare [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Emmanuel Courcol
scheda film
]
- Emmanuel Courcol (Francia)
Miséricorde [+leggi anche:
recensione
intervista: Alain Guiraudie
scheda film
]
- Alain Guiraudie (Francia/Spagna/Portogallo)
Le Roman de Jim [+leggi anche:
recensione
intervista: Arnaud e Jean-Marie Larrieu
scheda film
]
- Arnaud e Jean-Marie Larrieu (Francia)
Rendez-vous avec Pol Pot [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Rithy Panh (Francia/Cambogia/Taiwan/Qatar/Turchia)

Fuori concorso

Le Deuxième Acte [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Quentin Dupieux (Francia) (film di apertura)
Horizon: An American Saga (Chapter 1) - Kevin Costner (Stati Uniti)
She's Got No Name - Chan Peter Ho-Sun (Cina)
Rumours [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Evan Johnson, Galen Johnson e Guy Maddin (Canada/Germania)
Furiosa: A Mad Max Saga - George Miller (Stati Uniti)

Proiezioni di mezzanotte

Twilight of the Warrior: Walled in - Soi Cheang (Cina/Hong Kong)
The Surfer [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Lorcan Finnegan (Regno Unito/Australia/Stati Uniti/Irlanda)
Les femmes au balcon [+leggi anche:
recensione
intervista: Noémie Merlant
scheda film
]
- Noémie Merlant (France)
I, The Executioner - Seung Wan Ryoo (Corea del Sud)

Proiezioni speciali

Le Fil [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Daniel Auteuil (Francia)
The Invasion [+leggi anche:
recensione
intervista: Sergei Loznitsa
scheda film
]
- Sergei Loznitsa (Paesi Bassi/Francia)
Ernest Cole, Lost and Found [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Raoul Peck (Francia/Stati Uniti)
Apprendre [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Claire Simon (Francia)
La belle de Gaza [+leggi anche:
recensione
intervista: Yolande Zauberman
scheda film
]
- Yolande Zauberman (Francia)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy