Scegli la lingua en | es | fr | it

Recensione - Foxfire: Confessions of a Girl Gang

email print share on facebook share on twitter share on google+

Gioventù ribelle

di 

- Una nuova esperienza cinematografica per il raffinato regista francese vincitore a Cannes nel 2008 che qui adatta un romanzo di Joyce Carol Oates ambientato negli anni '50.

Recensione - Foxfire: Confessions of a Girl Gang

Dopo la vittoria della Palma d'Oro con il suo capolavoro La classe [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Carole Scotta
intervista: Laurent Cantet
scheda film
]
, che raccontava il microcosmo di una scuola francese, Laurent Cantet torna con la sua macchina da presa a parlare di giovani ribelli nel suo nuovo film, Foxfire: Confessions of a Girl Gang [+leggi anche:
trailer
film focus
intervista: Laurent Cantet
scheda film
]
.

Girato in Ontario, in Canada, dove ricrea l’americana Smalltown (nel New York) degli anni ’50 del romanzo, il film è tratto da Joyce Carol Oates ed è il secondo progetto anglofono di Cantet dopo Verso Sud [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Laurent Cantet
intervista: Robin Campillo
intervista: Simon Arnal-Szlovak
scheda film
]
(mix di francese e inglese).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Come per La Classe, Cantet ha deciso di tornare a lavorare con dei giovani senza esperienza di recitazione, cosa aggiungeva veracità allo sguardo contemporaneo alla Francia e al sistema educativo del trionfatore di Cannes ma che qui funziona meno, dato che le ragazze di oggi non sono quelle degli anni ’50, soprattutto se gli anni ’50 sono nell’edizione nostalgica di un adattamento letterario — alcuni personaggi secondari sono addirittura troppo moderni.

La giovane Raven Adamson, che interpretata la carismatica e ribelle leader della gang, Legs, è sicuramente una scoperta. Nei diversi tipi di guai in cui si mette, sembra sempre guidata da una combinazione di istinto e una visione di quello che Foxfire (nome della gang segreta) dovrebbe e potrebbe essere.

Lungo circa 143 minuti, il film beneficia però dell’impeccabile production design di Franckie Diago (già con Cantet in Verso Sud) e la fluidità dell’abituale direttore della fotografia del regista, Pierre Milon.

Foxfire è stato prodotto e sarà distribuito da Haut et Court in Francia, e co-prodotto dalla canadese The Film Farm col supporto di Telefilm Canada. Memento Films cura le vendite internazionali.

(Tradotto dall'inglese)

photogallery

titolo internazionale: Foxfire
titolo originale: Foxfire
paese: Francia, Canada
rivenditore estero: Memento Films International
anno: 2012
regia: Laurent Cantet
sceneggiatura: Laurent Cantet
cast: Michelle Nolden, Ali Liebert, Tamara Hope, Briony Glassco, David Patrick Green, Matthew Deslippe, Kent Nolan

premi/partecipazioni principali

Toronto International Film Festival 2012 
San Sebastián International Film Festival 2012 
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01