Scegli la lingua en | es | fr | it

Recensione: Salvo

email print share on facebook share on twitter share on google+

Thriller con miracolo

di 

- È un appassionante noir di eccellente fattura registica il film italiano degli esordienti Fabio Grassadonia e Antonio Piazza.

Recensione: Salvo

È un appassionante noir di eccellente fattura registica il film italiano che ha aperto la Semaine de la Critique al Festival di Cannes. Salvo [+leggi anche:
trailer
film focus
intervista: Fabio Grassadonia e Antoni…
festival scope
scheda film
]
, opera prima di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, è ambientato in Sicilia ai giorni nostri e ha per protagonisti il talentuoso attore palestinese Saleh Bakri, (Il tempo che rimane [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Elia Suleiman) e l'esordiente Sara Serraiocco.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il primo è un feroce killer della mafia e la seconda interpreta la sorella cieca di un criminale rivale che cade sotto i colpi di pistola del giovane assassino. In questa realistica situazione qualcosa di sconvolgente però accade: la ragazza torna a vedere e questo evento che ha del miracoloso crea un legame inscindibile tra i due.

L'inizio del film è da action movie, che si trasforma in un thriller per poi attraversare in 108 minuti generi, incluso il western, e cinematografie che non appartengono solo all'Italia. Colpisce l'eleganza formale di questo film, grazie anche alla grande abilità del direttore della fotografia Daniele Ciprì, e il coraggio di scelte registiche non usuali per un film sulla mafia. La lunga scena senza parole nella quale il killer s'introduce in casa dell'uomo da assassinare, dove si muove con disinvoltura la ragazza non vedente, è vista in soggettiva e cattura lo spettatore con lunghi piani sequenza girati con la steadicam.

Il resto del film, consapevolmente scollato dalla prima parte, si sposta nel luogo in cui il killer ha portato la testimone-prigioniera e dove si sviluppa il rapporto ad alta tensione tra i due giovani, servito con mano abile dalla coppia di registi. Salvo è un film intriso di realismo siciliano e visionarietà in cui viene dato più spazio ai suoni (curati da Guillaume Sciama e Emmanuel Di Giunta) che alle parole e grande importanza ai dettagli (scenografo è Marco Dentici).

Il film, che non ha ancora una distribuzione italiana, nel 2008 ha vinto la Menzione Speciale al Premio Franco Solinas per la sceneggiatura, scritta dagli stessi Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. Nel cast appaiono anche Luigi Lo Cascio, Giuditta Perriera, Mario Pupella, Redouane Behache, Jacopo Menicagli. E' una produzione Acaba Produzioni e Cristaldi Pictures, in coproduzione con Mact Productions, Cité Films, Arte France Cinema, con la partecipazione di Cofinova 9, in associazione con Mimis e Mangusta Productions, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Film Commission Regione Sicilia, Torino Film Lab, con il supporto di Eurimages e il contributo Media allo sviluppo. La distribuzione internazionale è di Films Distribution.

photogallery

titolo internazionale: Salvo
titolo originale: Salvo
paese: Italia, Francia
rivenditore estero: Playtime
anno: 2013
regia: Antonio Piazza, Fabio Grassadonia
sceneggiatura: Antonio Piazza, Fabio Grassadonia
cast: Saleh Bakri, Sara Serraiocco, Mario Pupella, Luigi Lo Cascio

premi/partecipazioni principali

Cannes 2013 Semaine de la Critique
Grand Prix 2013
Premio Rivelazione
La Rochelle International Film Festival 2013 
Paris Cinéma 2013 
Rio de Janeiro International Film Festival 2013 
London Film Festival 2013 
Chicago International Film Festival 2013 
Thessaloniki International Film Festival 2013 
Stockholm International Film Festival 2013 
Mons International Love Film Festival 2014 
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01