Il mio Godard (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Nicolas Winding Refn, presidente di giuria al MyFrenchFilmFestival

di 

- Il 6° festival online organizzato da UniFrance è accessibile su 37 piattaforme nel mondo dal 18 gennaio al 18 febbraio

Nicolas Winding Refn, presidente di giuria al MyFrenchFilmFestival
Il regista Nicolas Winding Refn

Dieci lungometraggi e 10 cortometraggi sono in concorso nel programma della sesta edizione di MyFrenchFilmFestival, la manifestazione che si svolge su Internet dal 18 gennaio al 18 febbraio da UniFrance, l’agenzia di promozione del cinema francese nel mondo. E per la prima volta, è un regista straniero a presiedere la giuria: Nicolas Winding Refn. Il cineasta danese sarà fiancheggiato dal belga Felix Van Groeningen, dalle francesi Marjane Satrapi e Valérie Donzelli e dall'americano David Robert Mitchell. Questa giuria attribuirà il Premio dei Registi, mentre gli internauti assegneranno il Premio del Pubblico e cinque giornalisti stranieri quello della stampa internazionale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La selezione 2016 è disponibile in dieci lingue (tedesco, inglese, spagnolo, francese, italiano, romeno, giapponese, polacco, portoghese, russo) direttamente sul sito MyFrenchFilmFestival o attraverso 37 piattaforme partner (tra cui iTunes in più di 90 paesi). Da notare che i lungometraggi sono gratuiti in America latina, Polonia, India, Russia e Africa e a pagamento nel resto del mondo tramite un sistema di pacchetto festival o per unità. Quanto ai cortometraggi, sono disponibili gratuitamente in tutto il mondo.

Il programma dei lungometraggi è particolarmente allettante con La Belle Saison [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Catherine Corsini (presentato a Locarno), Un Français [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Diastème (passato per la nuova sezione competitiva Platform del festival di Toronto), Caprice [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Emmanuel Mouret, À trois on y va [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jérôme Bonnell, Coup de chaud [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Raphaël Jacoulot, L'Affaire SK1 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Frédéric Tellier, Les Châteaux de sable [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Olivier Jahan, 20 ans d'écart [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di David Moreau e Un peu, beaucoup, aveuglément [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Clovis Cornillac. A questi si aggiunge il lungometraggio belga Alléluia [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: Fabrice Du Welz
scheda film
]
di Fabrice du Welz (presentato alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes). Un programma completato da tre lungometraggi fuori concorso con un titolo canadese (Henri Henri di Martin Talbot) e due documentari: Cinéast(e)s del duo Julie Gayet - Mathieu Busson, e French Cinema mon amour del duo Damien Cabrespines - Anne-Solen Douguet.

(Tradotto dal francese)

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss