Son of Sofia (2017)
The Square (2017)
Le Redoutable (2017)
A Ciambra (2017)
Ava (2017)
Western (2017)
Les Fantômes d'Ismaël (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

ROTTERDAM 2016

email print share on facebook share on twitter share on google+

Where I Grow Old: una passeggiata introspettiva nella periferia di Belo Horizonte

di 

- L'ex documentarista Marília Rocha porta una vivida immagine del Brasile sul grande schermo nel suo primo lungometraggio, in cui descrive il dilemma esistenziale di due signore portoghesi

Where I Grow Old: una passeggiata introspettiva nella periferia di Belo Horizonte

La regista portoghese Marília Rocha ha presentato il suo primo lungometraggio, Where I Grow Old [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, questa settimana all'International Film Festival Rotterdam. Il film è in competizione per l'Hivos Tiger Award nella sezione Bright Future.

Francisca (Francisca Manuel) è una donna portoghese sulla trentina, che ha vissuto a Belo Horizonte, in Brasile, per quasi un anno. Quella che è diventata una normale routine per lei viene improvvisamente interrotta dall'arrivo di Teresa (Elizabete Francisca), una vecchia conoscenza di Francisca. Teresa è esuberante ed energetica, e questo tratto del suo forte carattere è quello che sembra infastidire e deliziare Francisca allo stesso tempo. È felice di avere un'amica intima con sé, ma allo stesso tempo non vuole che gli altri abbiano una "finestra aperta" su ciò che accade nella sua vita.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L'interazione tra queste due donne, che sembrano manifestare personalità opposte, e la città di Belo Horizonte è un elemento centrale del film. Entrambi i personaggi sono intrappolati nel loro dilemma esistenziale; si interrogano continuamente su quale possa essere il luogo ideale in cui invecchiare. La Rocha conduce sapientemente il processo di introduzione delle due donne portoghesi al pubblico, mettendo in evidenza alcuni aspetti della loro personalità che influenzano fortemente le loro opinioni sull'ambiente che le circonda. Sia Francisca che Teresa hanno una visione artistica della vita; sono alla ricerca di immagini, sensazioni e sentimenti, e il pubblico può facilmente condividere questo sentire con le attrici, grazie alla rappresentazione estremamente realistica del Brasile della Rocha.

Il terzo ruolo principale del film è interpretato dalla stessa città di Belo Horizonte, i cui dettagli e colori vengono catturati magnificamente. Questa rappresentazione realistica è inoltre legata all'esperienza pregressa della regista come documentarista. Inoltre, tutti gli attori del film sono non professionisti, e sebbene non si noti spesso, questa scelta ha contribuito molto all'ottima rappresentazione di Belo Horizonte. La cultura locale di una delle città meno turistiche del Paese viene portata sullo schermo con grande gusto dalla Rocha: i costumi, le tradizioni, la musica e la mentalità locale si fondono, dando vita ad un quadro vivente del Brasile che trascina quasi letteralmente il pubblico nelle strade strette della periferia di Belo Horizonte, in modo che ciascuno possa farsi la propria idea riguardo le scelte dei personaggi, a seconda del gusto personale.

Il film è una co-produzione brasiliana e portoghese, prodotta da Anavilhana Filmes e Terratreme Filmes. Le vendite internazionali sono gestite da FiGa Films.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

Cannes NEXT
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Filmitalia Cannes 2017