Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Une vie ailleurs: Isabelle Carré sulle tracce di suo figlio

di 

- L’attrice recita con Ramzy Bédia nel nuovo film di Olivier Peyon, prodotto da Le Bureau e che sarà distribuito in Francia da Haut et Court

Une vie ailleurs: Isabelle Carré sulle tracce di suo figlio
L'attrice Isabelle Carré

Olivier Peyon sta girando dal 14 febbraio Une vie ailleurs [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(A Life Elsewhere), il suo terzo lungometraggio dopo Les petites vacances [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2007) e Comment j'ai détesté les maths [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(nominato al César 2014 come migliore documentario). Nel cast Isabelle Carré (César 2003 come migliore attrice e nominata nel 2004, 2006, 2008 e 2011; recentemente apprezzata in Marie Heurtin - Dal buio alla luce [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e 21 nuits avec Pattie [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), Ramzy Bédia (attualmente nelle sale con Pattaya [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e La Tour 2 Contrôle Infernale [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e l’argentina Maria Dupláa.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta dal regista e Cécile Rouaud, la sceneggiatura vede il figlio di Sylvie (Isabelle Carré), Felipe, rapito a cinque anni dal padre Pablo. Quattro anni e qualche fallimento dei servizi sociali dopo, la morte di Pablo e il lavoro di un detective privato hanno infine permesso a Sylvie di ritrovare Felipe in una campagna uruguaiana, il paese natale di Pablo. Mehdi (Ramzy Bédia) è un assistente sociale che non crede più nel suo lavoro, si è talmente commosso nel vedere la lotta di Sylvie, che ha deciso di lasciare tutto e aiutarla. Partono insieme per l’Uruguay per prendere il bambino e riportarlo in Francia.

Prodotto da Bertrand Faivre per Le Bureau, Une vie ailleurs è coprodotto dalla struttura uruguaiana Mutante Cine. Pre-acquistato da  OCS e TV5, il lungometraggio gode del sostegno Cofinova e Film Factory. I 28 giorni di riprese si svolgeranno in Francia e Uruguay. La distribuzione nelle sale francesi sarà affidata a Haut et Court, mentre le vendite internazionali sono gestite da The Bureau Sales.

Le Bureau vedrà presto sugli schermi due delle sue produzioni: Sky [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Fabienne Berthaud il 6 aprile (mediante Haut et Court – scoperto in competizione a Toronto) eLadygrey [+leggi anche:
trailer
intervista: Jérémie Renier
scheda film
]
di Alain Choquart il 6 maggio (attraverso Rezo Films - articolo). La società ha in produzione Sainte-Rita di Yves Hinant (una commedia noir al limite del documentario, diretta dal creatore della trasmissione televisiva Strip-tease, coprodotto dai belgi di Artémis, che sarà distribuita in Francia da ARP Sélection) e in post-produzione Amoureux solitaires di Sylvie Verheyde (leggi l'articolo) e Tramontane [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Vatche Boulghourjian (coproduzione minoritaria con il Libano).

Si ricorda, che Bertrand Faivre è fondatore e associato della struttura britannica The Bureau, produttrice di 45 anni [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Andrew Haigh
scheda film
]
di Andrew Haigh, che è valso a Charlotte Rampling (tra gli altri premi) una nomination all'Oscar come migliore attrice che verrà assegnato domenica. 

(Tradotto dal francese)

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss