The Party (2017)
The Square (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
The Basics of Killing (2017)
Loving Vincent (2016)
Nico, 1988 (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FILM Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Fräulein, la bisbetica domata da Christian De Sica

di 

- Il re dei “film di Natale” interprete con Lucia Mascino di una commedia dai toni lievi e un po’ surreali, diretta dall’esordiente Caterina Carone

Fräulein, la bisbetica domata da Christian De Sica
Christian De Sica e Lucia Mascino in Fräulein - una fiaba d'inverno

Christian De Sica, il re dei “film di Natale”, quelli dalla comicità a buon mercato, interprete di una commedia dai toni teneri e un po’ surreali. C’è riuscita l’esordiente Caterina Carone, con il suo primo lungometraggio di finzione dopo molti documentari spesso premiati. E’ intitolato Fräulein - Una fiaba d'inverno [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
ed ha aperto la 30ª edizione del Bolzano Film Festival Bozen. Prodotto da Tempesta Film di Carlo Cresto Dina con Rai Cinema, il film arriva oggi nelle sale con Videa

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ad affiancare De Sica c’è Lucia Mascino, volto noto per la fortunata serie tv Una mamma imperfetta, scritta e diretta da Ivan Cotroneo (Un bacio [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), ma con una esperienza teatrale vastissima, iniziata con Giorgio Barberio Corsetti e culminata nella collaborazione con Filippo Timi. Lucia Mascino è la Fräulein del titolo, che di nome fa Regina ma è detta “signorina” perché è una quarantenne scorbutica senza marito né figli, proprietaria di un albergo ormai chiuso da anni in un villaggio delle Dolomiti. Regina in realtà è un cuor d’oro che assiste gli anziani e  gioca volentieri a scala quaranta con le amiche Hanna e Nina ( le attrici tedesche Therese Hämer e Irina Wrona). Il tocco surreale è dato da una imminente tempesta solare, annunciata da radio e tv, che oltre a possibili black out provocherà dei comportamenti bizzarri in alcuni membri della comunità locale. In questo scenario ecco arrivare da Roma il misterioso e infagottato turista Walter Bonelli, gentile e affabile e deciso a soggiornare a tutti i costi nell’hotel di Regina. Inizia una sorta di delicato duello tra la scontrosa Fräulein, che non accetta ospiti, e l’amabile e disorientato Walter, che si trasformerà in amicizia. Ognuno dei due nasconde un segreto e quello di Walter è legato ad antichi ricordi connessi proprio a quel luogo.

Battute leggere, situazioni comiche (che spesso vedono coinvolto anche il postino, innamorato di Regina, interpretato da Max Mazzotta), una regia misurata e una sceneggiatura che solo ogni tanto sembra perdere il controllo: qualche scena non indispensabile e una voce narrante che nuoce anziché sostenere. Fräulein - Una fiaba d'inverno è un film da andare a vedere con tutta la famiglia.

Il film ha ricevuto il sostegno in fase di produzione e di pre-produzione dalla BLS - Film Fund & Commission dell’Alto Adige (dal primo gennaio 2016 si chiama IDM Südtirol - Alto Adige), che ha seguito e coadiuvato le riprese svolte interamente sul territorio, precisamente sull'altopiano del Renon, per sette settimane. Ma la cosa interessante è che il soggetto del film è stato scritto e sviluppato da Caterina Carone durante la 1a edizione di RACCONTI, lo Script Lab annuale della Film Fund & Commission dell'Alto Adige al quale la regista aveva partecipato come autrice. Il soggetto è stato poi presentato ad una platea di produttori durante un pitch organizzato dalla Film Commission stessa, ed è stato selezionato da Tempesta di Carlo Cresto-Dina che lo ha prodotto con Rai Cinema. Durante la fase di scrittura Caterina Carone immaginava una storia ambientata a pochi passi da Bolzano, sull’altopiano del Renon; un luogo che avrebbe contribuito a restituire quella sospensione tipica della fiaba, dove si muovono i due protagonisti.

Leggi anche

Jihlava
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss