The Square (2017)
The Erlprince (2016)
Grain (2017)
A Gentle Creature (2017)
Scary Mother (2017)
120 battements par minute (2017)
Western (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BERLINO 2017 Mercato/Danimarca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Lars von Trier, best-seller all’EFM per TrustNordisk

di 

- BERLINO 2017: The House That Jack Built del regista danese, ancora da girare, è molto richiesto alla Berlinale, dove TrustNordisk lo ha venduto in tutto il mondo

Lars von Trier, best-seller all’EFM per TrustNordisk
Lars von Trier rende omaggio a Vampyr di Carl Th. Dreyer in un'immagine promozionale di The House That Jack Built

Il regista danese Lars von Trier non ha ancora girato un singolo fotogramma del suo prossimo film, il thriller The House That Jack Built, eppure la combinazione di von Trier, un serial killer, l’attore americano Matt Dillon e l’attore svizzero Bruno Ganz sta dimostrando di essere un ottimo argomento di vendita all’European Film Market del Festival di Berlino, dove l’agente danese di vendite internazionali TrustNordisk ha firmato già numerosi contratti per questo film da €8,76 milioni di budget. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L’ultima volta di Von Trier alla Berlinale è stata nel 2014 per la prima mondiale fuori concorso del suo Nymphomaniac: Volume 1 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Louise Vesth
scheda film
]
, con protagonisti la francese Charlotte Gainsbourg e lo svedese Stellan Skarsgård, a conclusione della sua cosiddetta Trilogia della Depressione. Il film ha vinto 14 premi nei festival internazionali.

Nel nuovo film, anche con Sofie Gråbøl e Riley Keough, von Trier segue l'evoluzione dell’iper intelligente Jack come serial killer nel corso di più di 12 anni, negli anni Settanta in America. Jack afferma che ogni omicidio è un'opera d'arte a sé, ma quando il cerchio della polizia comincia a stringerglisi intorno, inizia a correre rischi sempre più grandi in quella che viene descritta come "una storia oscura e sinistra, ma presentata attraverso un racconto filosofico e talvolta umoristico".

Sceneggiato dal regista, The House That Jack Built, che sarà girato a Trollhättan, Svezia, e a Copenhagen, è prodotto da Louise Vesth per la danese Zentropa Entertainments con il centro cinematografico regionale svedese Film Väst e la parigina Slot Machine, tra gli altri partner. Nordisk Film Distribution gestirà la distribuzione nordica del film, la cui uscita è prevista nel 2018.

Quest’anno, TrustNordisk celebra il suo 20° anniversario di attività, e il direttore vendite internazionali e marketing di recente nomina Susan Wendt ha confermato che i seguenti territori sono coperti per The House That Jack Built: Regno Unito (Curzon Artificial Eye), Francia (Les Films du Losange), America Latina (California Filmes), Germania, Austria (Telemünchen), Benelux (September), Grecia (Seven Films), Portogallo (Leopardo filmes), Polonia (Gutek), ex Yugoslavia (Cinemania), Repubblica Ceca (Aerofilms), Russia (Russian World Vision), Ungheria (Vertigo Media), Bulgaria (Euro Films), Romania (Independenta Film 97), paesi baltici (Estin Film), Israele (Shani Film), Medio Oriente (Falcon Films), Cina (DD Dream International Media), Corea del Sud (Atnine Film), Taiwan (Moviecloud) e Hong Kong (Sundream).

Nel frattempo, il danese Brandts Museum for Art and Visual Culture a Odense sta preparando la mostra “Lars von Trier - The Good With the Bad”, che sarà aperta dal 29 settembre 2017 al 25 marzo 2018, ed è attualmente in cerca di oggetti che aiutino a esplorare la sua carriera e la sua vita personale. "Potrebbe essere il premio cinematografico che ha buttato via a Cannes nel 1991, oggetti di scena o costumi, un disegno che ha fatto durante i suoi tormentati anni di scuola, una vecchia lettera d'amore, suoi dipinti, foto della sua infanzia o produzioni cinematografiche giovanili", ha spiegato il suo amico di lunga data e produttore Peter Aalbæk Jensen.

Due momenti von Trier da ricordare: 1995 a Parigi, durante le celebrazioni del 100° anniversario del cinema, distribuisce volantini che annunciano il manifesto Dogma; 2011 al Festival di Cannes, quando in conferenza stampa dice di comprendere Hitler, e viene dichiarato persona non gradita.

(Tradotto dall'inglese)

Sarajevo Report
Locarno Report
Midpoint Feature
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss