Insyriated (2017)
Western (2017)
Jupiter's Moon (2017)
Petit Paysan (2017)
En attendant les hirondelles (2017)
The Square (2017)
Thelma (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Lussemburgo

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il Festival del Film di Lussemburgo celebra The Other Side of Hope di Aki Kaurismäki

di 

- La manifestazione si è conclusa con la prima internazionale di Song to Song di Terrence Malick

Il Festival del Film di Lussemburgo celebra The Other Side of Hope di Aki Kaurismäki
The Other Side of Hope di Aki Kaurismäki

È finita domenica al cinema Utopolis la settima edizione del Festival del Film di Lussemburgo, che per la serata conclusiva ha schierato un peso massimo come Terrence Malick, giunto con il suo Song to Song, a qualche giorno di distanza dall’anteprima mondiale tenutasi al Festival SXSW di Austin.

I premi erano stati già consegnati la sera di venerdì, prima della proiezione di Django [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Etienne Comar
scheda film
]
, il film diretto da Etienne Comar che ha inaugurato l’ultima Berlinale. Il Gran Premio è andato a The Other Side of Hope [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Aki Kaurismäki
scheda film
]
di Aki Kaurismäki, già vincitore a Berlino per la Miglior Regia e applaudito da critica e pubblico. A I Am Not Your Negro [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Raoul Peck, altra opera proveniente dalla Berlinale, è stato assegnato il premio per il Miglior Documentario, mentre l’Associazione dei critici lussemburghesi (ALPC) ha portato sul podio la commedia tragica bulgara Glory [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Petar Valchanov
intervista: Petar Valchanov, Kristina …
scheda film
]
di Kristina Grozeva e Petar Valchanov.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questa settima edizione ha messo a segno un record di affluenza, per un totale di 29.300 visitatori e una crescita del 34% rispetto all’anno precedente, tanto che il LuxFilmFest può essere ormai considerato tra gli eventi imperdibili del calendario culturale lussemburghese. Sebbene si possa rimproverare qualche leggero intoppo organizzativo, le proiezioni nelle tre location si sono svolte regolarmente. In particolare, il padiglione sulla realtà virtuale e la mostra dedicata a Wes Anderson hanno attirato numerosi spettatori.

La selezione dei film - in concorso e non - che comprendeva diversi generi, dal documentario al film per bambini, è stata accolta come la migliore avuta finora. Tuttavia, negli ultimi giorni, sui media nazionali si è accesa una polemica per l’evidente assenza tra i film in competizione di pellicole prodotte in Lussemburgo. La controversia è stata alimentata da alcuni produttori locali che si sono sentiti sotto-rappresentati, soprattutto in confronto alla scorsa edizione del festival, che invece contava in concorso Voices from Chernobyl [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Pol Cruchten, la coproduzione Sunset Song [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Terence Davies
scheda film
]
di Terence Davies e l’acclamato documentario Eldorado [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, diretto da Rui Eduardo AbreuThierry Besseling e Loïc Tanson. In ogni caso, otto film realizzati in Lussemburgo sono stati presentati in anteprima al festival: Ethel & Ernest [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(animazione), Richard the Stork [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(animazione), Storm [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, A Real Vermeer
 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Barrage [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Laura Schroeder
scheda film
]
, Bye Bye Germany [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, MappaMundi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Night of a 1000 Hours [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Virgil Widrich
scheda film
]
.

Alla cerimonia di chiusura, il governo e gli sponsor locali hanno confermato il proprio sostegno al LuxFilmFest, la cui ottava edizione è attesa dal 22 febbraio al 4 marzo 2018. 

Di seguito la lista completa dei premi:

Gran Premio
The Other Side of Hope [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Aki Kaurismäki
scheda film
]
- Aki Kaurismäki (Finlandia/Germania)

Miglior Documentario
I Am Not Your Negro [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 - Raoul Peck (Francia/Stati Uniti/Belgio/Svizzera)

Premio del Pubblico
Dark Night - Tim Sutton (Stati Uniti)

Premio della Critica ALPC
Glory [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Petar Valchanov
intervista: Petar Valchanov, Kristina …
scheda film
]
- Kristina Grozeva, Petar Valchanov (Bulgaria/Grecia)

Menzione Speciale
I Am Not Madame Bovary - Feng Xiaogang (Cina)

Premio della Giuria dei giovani
Sámi Blood [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Amanda Kernell
intervista: Lars Lindstrom
scheda film
]
 - Amanda Kernell

Premio della Giuria dei bambini
Auf Augenhöhe [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 - Evi Goldbrunner, Joachim Dollhopf (Germania)

Miglior Film per il pubblico infantile
Richard the Stork [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Tobias Genkel, Reza Memari (Germania/Belgio/Lussemburgo/Norvegia)

(Tradotto dall'inglese)

Bosphorus
Unwanted_Square_Cineuropa_01
Les Arcs call
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss