La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Amar (2017)
Spoor (2017)
Glory (2016)
The Teacher (2016)
La ragazza del mondo (2016)
The Happiest Day in the Life of Olli Mäki (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Cinélatino ai blocchi di partenza

di 

- La 29ma edizione si svolgerà dal 17 al 26 marzo a Tolosa e i professionisti sono a caccia dei film in post-produzione di Cinéma en Construction

Cinélatino ai blocchi di partenza
Une vie ailleurs di Olivier Peyon

Si apre domani a Tolosa Cinélatino, i 29mi Incontri di Tolosa, il più antico festival europeo dedicato all’America Latina e il più importante in termini di programmazione con circa 150 film in menù dal 17 al 26 marzo, più di 300 professionisti presenti e una frequentazione globale pari a oltre 50 000 entrate l’anno scorso. Da notare quest’anno un’apertura eccezionale con tre film in programma: Une vie ailleurs [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Olivier Peyon (prodotto dalla Francia e l'Uruguay e che sarà lanciato mercoledì prossimo nelle sale francesi da Haut et Court), La idea de un lago [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Milagros Mumenthaler
scheda film
]
di Milagros Mumenthaler (Argentina/Svizzera/Qatar; scoperto in competizione a Locarno) e X-Quinientos di Juan Andrés Arango (Colombia/Canada/Messico).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La competizione Fiction proporrà 12 lungometraggi, di cui sette coprodotti dall’Europa: Rey [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Niles Attalah (premio speciale della giuria a Rotterdam), il concorrente veneziano The Blind Christ [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Christopher Murray, lo sconvolgente Jesús [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Fernando Guzzoni (in concorso a San Sebastian), Don't Swallow My Heart, Alligator Girl! [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Felipe Bragança (svelato in competizione a Sundance e proiettato poi a Berlino, nella sezione Generation), The Empty Box [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Claudia Sainte-Luce (scoperto a Toronto), Santa & Andrés [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Carlos Lechuga e The Cambridge Squatter [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Eliane Caffé. Con i 15 film della sezione Découvertes, sono 17 le prime francesi e due le prime europee nel programma delle opere di finzione, e tra questi 27 titoli, otto sono stati accompagnati dal dispositivo frutto della cooperazione franco-spagnola tra Tolosa e San Sebastian: Cinéma en Construction.

Efficace piattaforma di lancio per i film in post-produzione, Cinéma en Construction, che si svolgerà il 23 e 24 marzo, è un appuntamento sempre più frequentato. Quest’anno, è stato registrato un record di film candidati con 198 postulanti provenienti da 17 paesi dell’America Latina. La selezione 2017 sarà quella della scoperta di nuovi autori con cinque opere prime, e c’è da segnalare che quattro dei sei film selezionati sono diretti da donne, in particolare Los Perros, secondo lungometraggio di Marcela Said (Cile, Francia, Argentina, Portogallo, Germania) rivelatasi alla Quinzaine des réalisateurs cannense 2013 con El verano de los peces voladores [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
. Gli altri titoli in post-produzione selezionati sono Jazmines en Lídice di Rubén Sierra Salles (Venezuela, Messico), La Novia del Desierto di Cecilia Atán e Valeria Pivato (Argentina, Cile), Marilyn di Martín Rodríguez Redondo (Argentina, Cile), Meio Irmão di Eliane Coster (Brasile) e Temporada de Caza di Natalia Garagiola (Argentina).

(Tradotto dal francese)

Hispasat 4K
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Bridging the Dragon