120 battements par minute (2017)
A Gentle Creature (2017)
The Erlprince di Kuba Czekaj
Bigfoot Junior (2017)
Scary Mother (2017)
Son of Sofia (2017)
L'altro volto della speranza (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Spagna

email print share on facebook share on twitter share on google+

Bitter Money vince il Lady Harimaguada d’Oro

di 

- La produzione franco-cinese di Wang Bing ottiene il premio principale del rivitalizzato, coraggioso e affollato 17º Festival Internazionale del Cinema di Las Palmas de Gran Canaria

Bitter Money vince il Lady Harimaguada d’Oro
Bitter Money di Wang Bing

“Formalmente preciso, coinvolgente e devastante ritratto di un sogno cinese trasformatosi in un incubo”: così la giuria del 17º Festival Internazionale del Cinema di Las Palmas de Gran Canaria ha definito il vincitore del suo premio principale – la Lady Harimaguada d’Oro della Fundación Cajamar Canarias –, il film Bitter Money (Francia/Cina) diretto da Wang Bing. Il secondo premio è andato all’Argentina: Kékszakállú di Gastón Solnicki si è aggiudicato la Lady Harimaguada d’Argento, per essere “un oggetto misterioso nato nel castello di Barbablù”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In campo interpretativo, sono stati premiati la congolese Véronique Tshanda Beya come miglior attrice per il suo ruolo protagonista in Félicité [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Alain Gomis
scheda film
]
(Francia/Germania/Belgio/Libano/Senegal) di Alain Gomis; mentre miglior attore è stato designato Adam Horovitz per il suo lavoro in Golden Exits (Stati Uniti) di Alex Ross Perry. Charo Santos-Cocio si è guadagnata una menzione speciale della giuria per la sua performance in The Woman Who Left, diretto dal filippino Lav Diaz.

Un’altra produzione francese, stavolta col Giappone, Harmonium [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, diretta da Koji Fukada, ha conquistato i favori del numeroso pubblico accorso alla manifestazione chiusasi ieri, domenica 9 aprile; nella sezione Canarias Cinema si è imposto come miglior lungometraggio The Vanished Dream, film diretto da Juan S. Betancor, mentre i premi alla distribuzione sono andati a Sub Terrae, firmato Nayra Sanz, e Julie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alba González de Molina.

Infine, al primo MECAS (Mercado Internacional de Cine Casi Hecho), al cui premio (8.000 euro destinati alla post-produzione o distribuzione nei festival) aspiravano otto film in via di completamento, si è imposto il documentario spagnolo Mi espía íntimo, del finora montatore Cristóbal Fernández (El mar nos mira de lejos [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Manuel Muñoz Rivas
scheda film
]
) e Ana Schulz, prodotto da Señoryseñora e Labyrint Films, la cui uscita è prevista per febbraio 2018.

Il palmarés del Festival Internazionale del Cinema di Las Palmas de Gran Canaria 2017:

Sezione Ufficiale

Lady Harimaguada d’Oro
Bitter Money – Wang Bing (Francia/Cina)

Lady Harimaguada d’Argento
Kékszakállú – Gastón Solnicki (Argentina)

Miglior Attrice
Véronique Tshanda Beya – Félicité [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Alain Gomis
scheda film
]
(Francia/Germania/Belgio/Libano/Senegal)

Miglior Attore
Adam Horovitz – Golden Exits (Stati Uniti)

Menzione speciale della Giuria all’interpretazione
Charo Santos-Cocio – The Woman Who Left (Filippine)

Premio del Pubblico
Harmonium [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
– Koji Fukada (Giappone/Francia)

Sezione Canarias Cinema

Premio Richard Leacock al Miglior Lungometraggio
The Vanished Dream – Juan S. Betancor

Premio di Distribuzione Digital 104
Sub Terrae – Nayra Sanz

Premio di Distribuzione Internazionale Canary Island Connection
Julie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
– Alba González de Molina

Premio MECAS
Mi espía íntimo – Cristóbal Fernández e Ana Schulz (Spagna)

(Tradotto dallo spagnolo)

Sarajevo Report
Locarno Report
DPC
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss