L'affido (2017)
Las distancias (2018)
Lemonade (2018)
La enfermedad del domingo (2018)
Mes Provinciales (2018)
Transit (2018)
Foxtrot - La danza del destino (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FILM Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

L'Apparition: verità o menzogna?

di 

- Xavier Giannoli immerge Vincent Lindon in un’affascinante indagine canonica su un fenomeno soprannaturale e la sua testimone incarnata da Galatea Bellugi

L'Apparition: verità o menzogna?
Vincent Lindon (a sinistra) in L'Apparition

Un uomo solo, che soffre di violenti acufeni, accompagna una bara imbarcata su un aereo in un paese del Medio Oriente in pieno conflitto. Il suo lavoro? Reporter di guerra? La sua missione? "Riportare prove, immagini dell’ingiustizia e della follia del mondo". Una vocazione sottoposta a dura prova dalla morte di un collega e amico e da un insieme di fattori che degenera in uno stress post-traumatico grave. Ed è a quest'uomo, con sua grande sorpresa (è battezzato, ma non praticante), che il Vaticano propone di partecipare a un'indagine canonica su una ragazza di 18 anni che dichiara di aver visto la Vergine nel sud-est della Francia, provocando una situazione di "disturbo dell'ordine pubblico". È il punto di partenza di L'Apparition [+leggi anche:
trailer
film focus
intervista: Xavier Giannoli
scheda film
]
, il nuovo film di Xavier Giannoli, un regista che ha l'arte di alzare il velo su argomenti spesso intriganti e sempre stimolanti, e il cui percorso è scandito da diverse partecipazioni ai festival (in concorso a Cannes nel 2006 e 2009 con Quand j’étais chanteur [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e A l'origine [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e a Venezia nel 2012 e 2015 con Superstar [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Xavier Giannoli
scheda film
]
e Marguerite [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Xavier Giannoli
scheda film
]
).

Ecco Jacques, il nostro giornalista (un ottimo Vincent Lindon), immerso in un affare religioso di cui ignora totalmente le chiavi di accesso. In primo luogo, quelle del quadro razionale (lacuna che colma negli archivi del Sant'Uffizio ricolmi di apparizioni segnalate da tutto il mondo) e delle procedure di indagine - l’incontro con gli altri membri della commissione (uno psichiatra, un teologo, un sacerdote, ecc.) e la definizione dei criteri di valutazione (qualità personale della veggente, del suo messaggio in rapporto alla dottrina e del suo potenziale come fonte di devozione). Poi, sul piano irrazionale, il confronto con la forza della fede che anima Anna (l’affascinante Galatea Bellugi), che riunisce attorno a sé una corte di pellegrini estatici, protetta dal prete locale (Patrick D'assumçao) e sostenuta da un'organizzazione economica (manifesti e altri prodotti derivati) guidata da Anton (Anatole Taubman). Tra interrogatori e test scientifici, ricerca di testimoni e analisi del passato della ragazza, coincidenze sconcertanti e interrogativi personali, Jacques si immergerà in territorio mistico per cercare di scoprire se la tanto commovente e carismatica Anna stia mentendo oppure no.

Film appassionante, L'Apparition riesce a creare e mantenere una suspense "poliziesca" su un tema che, sulla carta, non era scontato sviluppare in quella direzione, permettendo al regista di concentrarsi sulla zona fluttuante al confine invisibile tra fede e dubbio, verità e menzogna. Un'esplorazione a misura d'uomo che passa molto dalla percezione degli occhi dei due protagonisti principali e che beneficia di scenografie altamente suggestive con il bellissimo lavoro di Eric Gautier alla direzione della fotografia. Tuttavia, la "risoluzione" della trama, che chiude un po’ troppo perfettamente il cerchio, non mancherà di sorprendere e interrogare. Mistero della fede, forse, ma non peccato mortale per un film che riesce a transustanziare una grande ambizione cinematografica in una narrazione che cattura intelligentemente lo spettatore.

Prodotto da Curiosa Films, L'Apparition è venduto nel mondo da Memento, che lo proietterà all'European Film Market del 68° Festival di Berlino (dal 15 al 25 febbraio 2018) e che guiderà l’uscita francese il 14 febbraio.

(Tradotto dal francese)

Leggi anche

VisionsDuReel_Home
Finale Plzen Springboard
Basque Cannes
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss