Scegli la lingua en | es | fr | it

Recensione

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il divertente Strange Little Cat racconta con affetto la vita di famiglia

di 

- L’opera prima del tedesco è una commedia drammatica particolare ma ben diretta su una famiglia allargata in un appartamento di Berlino. Premio Cineuropa al Festival di Lisbon & Estoril.

Recensione

Il regista tedesco Ramon Zürcher ha esordito con il suo primo lungometraggio The Strange Little Cat nella sezione Forum alla Berlinale. Se a un primo sguardo assomiglia a una fiction televisiva da 72’ su una famiglia in un appartamento di Berlino, i movimenti dei suoi protagonisti, coreografati con cura, e un peculiare umorismo gli offrono buone possibilità di una distribuzione d’essai.

I fratelli adolescenti Simon (Luk Pfaf) e Karin (Anjorka Strechel) vanno a trovare i genitori (Jenny Schily, Matthias Dittmer) e la sorellina Clara (Mia Kasalo), seguiti dagli altri membri della famiglia allargata invitati a cena, insieme ad alcuni vicini di casa e amici arrivati per ragioni diverse — riparare la lavatrice o portare del cibo. Parlano e fanno poco altro, cose di tutti i giorni che si trasformano in eventi a partire dalle storie che raccontano senza apparente motivo, come quelle delle bucce delle arance che cadono sulla parte arancione o di uno sconosciuto che durante una proiezione al cinema tiene inconsciamente il piede su quello della madre. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

C’è anche il gatto a chiazze arancioni del titolo, ma è ben più strano il cane nero a cui piace sentire le fusa del gatto — cosa che sembra peraltro condivisa da tutta la famiglia. I suoni giocano un ruolo importante nel film: Clara accompagna fruscii e fragori della cucina con urla.

I loro spostamenti nella cucina e nel resto dell’appartamento sono coreografati con cura e hanno probabilmente richiesto molte prove (o tanta fortuna nell’improvvisazione) per raggiungere le dinamiche precise di un giorno nella vita di una famiglia. Alcuni eventi e dialoghi ritornano ritmicamente, come il gioco con un elicottero telecomandato, un bottone cucito su una camicia o la discussione sul funzionamento dei polmoni.

E se il film non ha forti punti drammatici, è evidente che non era comunque questo l’obiettivo di Zürcher. Strange Little Cat è un piccolo film delicato e divertente che racconta la vita quotidiana di una famiglia, e il regista lo fa con sicurezza e affetto.

Strange Little Cat è prodotto da The Deutsche Film-und Fernsehakademie Berlin.

(Tradotto dall'inglese)

photogallery

titolo internazionale: The Strange Little Cat
titolo originale: Das merkwürdige Kätzchen
paese: Germania
anno: 2013
regia: Ramon Zürcher
sceneggiatura: Ramon Zürcher
cast: Anjorka Strechel, Jenny Schily, Luk Pfaff, Lea Draeger, Armin Marewski, Mia Kasalo

premi/partecipazioni principali

Lisbon & Estoril Film Festival 2013 Premio Cineuropa
Berlinale 2013 Forum
Off Plus Camera 2013 
CPH PIX 2013 
Jeonju International Film Festival 2013 
San Francisco International Film Festival 2013 
Cannes 2013 
New Zealand International Film Festival 2013 
Santiago Festival International de Cine 2013 
Festival Internacional de Cine de Monterrey 2013 
Fresh Film Fest (Czech Republic) 2013 
Cinematik International Film Festival Piestany (Slovakia) 2013 
Toronto International Film Festival 2013 
Helsinki International Film Festival 2013 
Cambridge International Film Festival 2013 
Athens Film Festival 2013 
Vancouver International Film Festival 2013 
Rio de Janeiro International Film Festival 2013 
Kaunas International Film Festival 2013 
Mons International Love Film Festival 2014 
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Unwanted_Square_Cineuropa_01