Scegli la lingua en | es | fr | it

Intervista: Ed Guiney • Produttore

email print share on facebook share on twitter share on google+

“Per questo si fanno film”

- Ed Guiney è in movimento. L’affermato produttore irlandese non si è seduto sugli allori, crogiolandosi sul successo mondiale di Garage

Intervista: Ed Guiney • Produttore

Ed Guiney è in movimento. L’affermato produttore irlandese non si è seduto sugli allori, crogiolandosi sul successo mondiale di Garage [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ed Guiney
intervista: Jean-François Deveau
intervista: Lenny Abrahamson
scheda film
]
, che ha prodotto. È passato subito, invece, a Prosperity, serial da quattro episodi della durata di un’ora per la rete nazionale irlandese RTÉ. E, nuovamente, Mark O’Halloran e Lenny Abrahamson, la coppia di sceneggiatore e regista autori di Adam & Paul e Garage, sono tornati a lavorare in questa produzione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Guiney non è nuovo, d’altra parte, al successo. Assieme al suo partner Andrew Lowe dirige la casa di produzione Element Pictures, in continuo movimento tra le sedi di Dublino e Londra. Element ha co-prodotto Il vento che accarezza l’erba [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ken Loach
intervista: Rebecca O’Brien
scheda film
]
di Ken Loach, vincitore della Palma d’Oro a Cannes, uno dei film indipendenti più fortunati mai usciti in Irlanda.

L’impressionante elenco di produzioni di Guiney include Morte di un Presidente [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Gabriel Range, prodotto da Channel 4, Premio FIPRESCI al Toronto Film Festival. Guiney figura inoltre come produttore esecutivo di Magdelene di Peter Mullan, Leone d’Oro a Venezia nel 2002.

I crediti di Guiney comprendono anche un BAFTA al Miglior Sceneggiato TV in un Unico Episodio (Omagh). Il produttore è partner di Hells Kitchen International, assieme a Jim Sheridan e Arthur Lappin, co-produttore di molti film americani girati in Irlanda.

Cineuropa: Potrebbe spiegarci la genesi del film e del suo coinvolgimento?
Ed Guiney: Lo scrittore Mark O’Halloran ci ha dato l’idea per il film mentre Lenny Abrahamson, Mark ed io stavamo pranzando, al Festival di Berlino 2005, dove eravamo per presentare Adam And Paul.

Com’è stato lavorare con Lenny Abrahamson?
Lenny è un vecchio amico, ci conosciamo sin da ragazzi. Ho prodotto il suo corto con 3 Joes e sono stato il produttore esecutivo di Adam And Paul. Mi piace lavorare con Len, abbiamo un rapporto professionale molto fluido, semplice, aperto, schietto e divertente.

Come ha messo insieme finanziamento, vendita e distribuzione?
Garage è stato finanziato fuori dall’Irlanda, col supporto di
The Irish Film Board, RTE e BCI e con un investimento molto importante di Film4.

Ritiene che la percezione del cinema irlandese da parte dell’Europa sia cambiata nel corso degli anni?
Credo che inizialmente finanziatori e spettatori fossero semplicemente curiosi di vedere film irlandesi, perché erano una rarità. Penso che oggi sia nostro dovere produrre film davvero interessanti, indipendentemente dalla loro nazionalità. Il cinema irlandese ha avuto un buon anno grazie a Garage e Once.

Quale lezione imparata con Garage porterà con sé nei prossimi progetti?
Adoro Garage, e ho adorato tutta la sua lavorazione. Questa esperienza mi ha fatto capire che si fanno film per questa ragione, e mi incoraggia a farne ancora solo se c’è la possibilità di appassionarsi ad essi.

photogallery

titolo internazionale: Garage
titolo originale: Garage
paese: Irlanda, Regno Unito
anno: 2007
regia: Lenny Abrahamson
sceneggiatura: Mark O'Halloran
cast: Pat Shortt, Conor Ryan, Anne-Marie Duff, Tommy Fitzgerald

premi/partecipazioni principali

Cannes 2007 Quinzaine des Réalisateurs
Premio Cicae Art and Essai
Torino Film Festival 2007 Miglior Film
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Unwanted_Square_Cineuropa_01