Spoor (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
I Am Not a Witch (2017)
Handia (2017)
Valley of Shadows (2017)
The Square (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CANNES 2015 Quinzaine des réalisateurs

email print share on facebook share on twitter share on google+

10 europei per la Quinzaine

di 

- Quattro cineasti francesi, un belga, un portoghese, uno spagnolo, uno svedese, un lituano e un turco per una selezione che ha l’ambizione di stupire

10 europei per la Quinzaine
Les Cowboys di Thomas Bidegain (© Antoine Doyen)

"C’erano 25 film interessanti che non abbiamo preso, perché bisogna poter difendere ogni opera come si deve". Il delegato generale Edouard Waintrop ha annunciato oggi a Parigi la selezione della 47ma Quinzaine des réalisateurs che si svolgerà dal 14 al 24 maggio nell’ambito del 68mo Festival di Cannes. Il programma dei lungometraggi include 17 titoli che in realtà saranno 19 giacché Arabian Nights [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Miguel Gomes
scheda film
]
del portoghese Miguel Gomes (la cui presenza era stata già annunciata - leggi la news) sarà proiettato, su richiesta del regista, in tre parti e in tre giorni differenti (probabilmente con due giorni di intervallo tra un film e l’altro).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L'Europa domina in cartellone con 10 dei 17 titoli selezionati, a partire da quattro lungometraggi francesi. Già annunciati, L'Ombre des femmes [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del francese Philippe Garrel (che aprirà la Quinzaine - news) e Trois souvenirs de ma jeunesse [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del suo connazionale Arnaud Desplechin (news) saranno affiancati da Les Cowboys [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Thomas Bidegain (articolo) e da Fatima [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Philippe Faucon
scheda film
]
di Philippe Faucon (articolo).

Saranno presenti per il Vecchio Continente anche Le tout nouveau Testament (The Brand New Testament) [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Jaco van Dormael
scheda film
]
del belga Jaco Van Dormael (news), A Perfect Day [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Fernando León de Aranoa
scheda film
]
dello spagnolo Fernando León de Aranoa (news), The Here After [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Magnus von Horn
scheda film
]
dello svedese Magnus von Horn (un’opera prima coprodotta dalla Polonia e la Francia) e Peace to Us in Our Dreams [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Sharunas Bartas
scheda film
]
del lituano Sharunas Bartas, senza dimenticare Mustang [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Deniz Gamze Ergüven
scheda film
]
della turca Deniz Gamze Ergüven (produzione maggioritaria francese con la Germania e la Turchia).

Il menù è completato da tre lungometraggi americani (tra cui il nuovo di Jeremy Saulnier e due titoli prodotti da Forest Whitaker), due provenienti dall’America del Sud (uno colombiano firmato Ciro Guerra e un documentario cileno della nipote di Salvador Allende), uno giapponese (diretto da Takashi Miike) e uno marocchino (Much Loved [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Nabil Ayouch).

Da film molto emozionanti (diretti da Desplechin, Bartas, Faucon) alle commedie (Van Dormael, Famuyiwa che farà la chiusura con Dope), dai meandri dell’amore (Garrel) allo sciamanesimo amazzone (Guerra), da una riserva sioux (Zhao) al mondo della notte di Marrakech (Ayouch), passando per il destino delle donne turche (Gamze Ergüven), il thriller gore (Saulnier), l'avventura (Bidegain), deliranti yakuza (Miike), uno sguardo familiare su un mito politico (Tambutti) e le conseguenze giudiziarie di un crimine (von Horn), la Quinzaine 2015 si pone chiaramente all’insegna dello stupore, perfettamente simboleggiato dal colossale film triplo di Miguel Gomes. 

Ricordiamo che la Carrosse d'Or sarà assegnata quest’anno al regista cinese Jia Zhangke (news).

Lungometraggi:
L’Ombre des femmes - Philippe Garrel (film di apertura)
A Perfect Day - Fernando León de Aranoa
Allende mi abuelo Allende - Marcia Tambutti
As mil e uma noites - Miguel Gomes
Les Cowboys - Thomas Bidegain
El abrazo de la serpiente - Ciro Guerra
Fatima - Philippe Faucon
Gokudo daisenso (Yakuza Apocalypse: The Great War of the Underworld) - Takashi Miike
Green Room - Jeremy Saulnier
Much Loved - Nabil Ayouch
Mustang - Deniz Gamze Ergüven
Peace to Us in Our Dreams - Sharunas Bartas
Songs My Brothers Taught Me - Chloé Zhao
Efterskalv (The Here After) - Magnus von Horn
Le Tout Nouveau Testament - Jaco Van Dormael
Trois souvenirs de ma jeunesse - Arnaud Desplechin
Dope - Rick Famuyiwa (film de chiusura)

Cortometraggi:
Bleu Tonnerre - Jean-Marc E. Roy & Philippe David Gagné
Calme ta joie - Emmanuel Laskar
El pasado roto - Martín Morgenfeld & Sebastián Schjaer
Kung Fury - David Sandberg
Pitchoune - Reda Kateb
Provas, Exorcismos - Susana Nobre
Pueblo - Elena Lopez Riera
Quelques secondes - Nora El Hourch
Quintal - André Novais Oliveira
Rate Me - Fyzal Boulifa
The Exquisite Corpus - Peter Tscherkassky
Actua 1 - Philippe Garrel (*1988)

(Tradotto dal francese)

WTW Documentaries
EPI Distribution
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss