The Killing of a Sacred Deer (2017)
In the Fade (2017)
Jeune femme (2017)
Makala (2017)
Happy End (2017)
120 battements par minute (2017)
Jupiter's Moon (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PREMI Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Otto candidati per il Louis-Delluc

di 

- Brizé, Garrel, Desplechin, Faucon, Giannoli, Barraud, Podalydès e Rithy Panh in lizza per l’edizione 2015 del prestigioso premio

Otto candidati per il Louis-Delluc
My Golden Days di Arnaud Desplechin

Il prestigioso premio Louis-Delluc, che sarà attribuito il prossimo 16 dicembre da una giuria composta da critici e personalità della settima arte e presieduta da Gilles Jacob, quest’anno vedrà competere otto lungometraggi per il titolo di miglior film.

Tra questi ci sono quattro opere presentate all’ultimo Festival di Cannes, La legge del mercato [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Stéphane Brizé
scheda film
]
di Stéphane Brizé (che è valso il Premio per la migliore interpretazione a Vincent Lindon) e tre titoli passati dalla Quinzaine des réalisateurs: L'Ombre des femmes [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Philippe Garrel, Fatima [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Philippe Faucon
scheda film
]
di Philippe Faucon e Trois souvenirs de ma jeunesse [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Arnaud Desplechin. Un altro film presentato sulla Croisette è il documentario The Missing Picture [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Rithy Panh che ha ottenuto il Premio Un Certain Regard nel 2013, uscito nelle sale francesi solo nell’ottobre 2015.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Gli altri tre pretendenti scelti per questa edizione del Louis-Delluc sono Marguerite [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Xavier Giannoli
scheda film
]
di Xavier Giannoli (presentato a Venezia), Comme un avion [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Bruno Podalydès e Le Dos rouge [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Antoine Barraud (presentato nella sezione Forum della Berlinale). Da notare che Desplechin e Garrel hanno già vinto una volta il premio Louis-Delluc, rispettivamente nel 2004 con I re e la regina [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e nel 2005 con Gli amanti regolari [+leggi anche:
trailer
intervista: Philippe Garrel
scheda film
]
. In caso di vincita quest’anno, uno o l’altro entrerebbe a far parte della stretta cerchia dei doppi vincitori che include Abdellatif Kechiche, Claude Sautet, Louis Malle e Michel Deville, mentre Alain Resnais ha trionfato tre volte.

Per il premio Louis-Delluc al miglior film sono stati selezionati cinque lungometraggi, di cui due sono stati presentati in anteprima a Cannes: Mustang [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Deniz Gamze Ergüven
scheda film
]
di Deniz Gamze Ergüven alla Quinzaine des réalisateurs e Ni le ciel, ni la terre [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Clément Cogitore alla Semaine de la Critique. Sono anche in corsa Vincent n'a pas d'écailles [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Thomas Salvador (apprezzato a San Sebastian nel 2014, nella sezione Nuovi registi), Le Grand jeu [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Nicolas Pariser (presentato a Locarno, nella sezione Registi del presente, uscirà nelle sale il 16 dicembre) e Bébé tigre [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Cyprien Vial.

(Tradotto dal francese)

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Filmitalia Cannes 2017